Pazzini: «Ci meritavamo un’impresa del genere. Il rigore…»

© foto www.imagephotoagency.it

Giampaolo Pazzini segna su rigore il 2-1 dell’Hellas Verona: al termine del match, l’attaccante parla così

(dal nostro inviato al Bentegodi) – Dopo aver battuto Szczesny dal dischetto e aver regalato la vittoria all’Hellas Verona contro la Juve, Giampaolo Pazzini parla così in zona mista.

VITTORIA«È stato tutto molto contato ma è bellissimo. Era la terza partita in sei giorni e la squadra ha dato tutto».

RIGORE«Il rigore è sempre una lotta psicologica col portiere, questa cosa del var sicuramente è buona, ma c’è sempre il rischio che l’arbitro cambi idea. E poi Szczesny è un gigante, la porta era piccola. Sono molto contento».

L’attaccante ha parlato anche a Dazn.

GARA «Basta vivere questi momenti, vedere uno stadio così. Stasera tutti si meritavano un’impresa del genere. Questa squadra merita davvero dei complimenti enormi».

IMPRESA «Penso che nemmeno Juric potesse pensare una cosa del genere. È stata una cosa cresciuta settimana dopo settimana. È bello sognare, ci meritavamo tutti un’annata del genere, sono felicissimo. Io capocannoniere? Si è creato un bel gruppo, anche chi gioca poco ci dà una mano e questo è fondamentale».

RIGORI «Allenamento, preparazione e sensazioni della partita. Oggi la palla era un pochino pesante».

FUTURO«Vediamo, spesso ci penso ma vivo giorno per giorno e mi godo tutte le partite e gli allenamenti».

MAGLIA «L’avevo promessa a dei miei amici».

L’attaccante è poi intervenuto ai microfoni di Sky.

RIGORE«Stasera era abbastanza pesante, ci tenevamo a fare un’impresa del genere. Mancava, poco Szczesny è veramente grosso, la porta piccola e il pallone pesante. Sono molto contento per tutti».

LA GARA«Questa squadra ha un cuore grandissimo, non smette mai di stupire nemmeno me. Hanno fatto una partita incredibile. Volevamo attaccare, se pensi a difendere con la Juve non porti a casa niente. Questa squadra ci ha creduto».

REAZIONE «La nostra mentalità è che qualsiasi cosa succeda la partita dura 95 minuti. Anche se andiamo in svantaggio siamo sempre sul pezzo e lottiamo fino alla fine. Oggi bellissima soddisfazione per tutti. Stasera c’è una sensazione di felicità, siamo sesti, è pazzesco. Dobbiamo godercela».

OBIETTIVO«Non abbiamo un mister che molla tanto, mi aspetto che da martedì sarà ancora più cattivo e pesante. Ci godiamo il momento».