Connettiti con noi

Hanno Detto

Pirlo: «Ci complichiamo le partite da soli. Non sono soddisfatto»

Pubblicato

su

Andrea Pirlo, tecnico della Juventus, ha parlato a Dazn dopo il derby della Mole con il Torino. Le sue dichiarazioni

Andrea Pirlo ha parlato a Dazn dopo Torino-Juve.


ORGOGLIO – «Solo a intermittenza. Ci complichiamo le partite da soli, avevamo fatto un buon inizio. Ci siamo fatti riprendere e pensavamo di fare un altro tipo di secondo tempo ma ci siamo ricaduti ed è stato difficile poi»

ERRORI – «Sono simili al gol preso con la Lazio. Sono errori che capitano spesso, pecchiamo di concentrazione. Dobbiamo migliorare, non possiamo deconcentrarci neanche un secondo perché ogni volta che perdiamo palla prendiamo gol. Ogni volta che sbagli poi lo paghi».

MANOVRA SUGLI ESTERNI – «Con squadre basse che si chiudono, la profondità centrale è difficile da attaccare. Siamo costretti ad andare sugli esterni a trovare l’ampiezza. Sono soluzioni che proviamo soprattutto con squadre che giocano con 5. Devi avere la pazienza di allargare la manovra e trovare lo spazio giusto».

MANCANZA DI REAZIONE – «Dopo il secondo gol abbiamo ripreso in mano la partita. La reazione c’è stata, poi è normale che una squadra che si difende con tanti giocatori in area il gioco diventa meno fluido. Non trovo corretto il tuo punto di vista, perché dopo il gol c’è stata la reazione. Gli errori in campo ci stanno, li fanno i giocatori, gli arbitri, gli allenatori».

COME SI ALLENA LA CONCENTRAZIONE – «Bisogna stare sul pezzo, capire il momento che stiamo vivendo. Abbiamo giocato tante partite, i giocatori sono stati in Nazionale, un po’ di lucidità manca ma non possiamo permettercelo».

SPIRITO DELLA JUVENTUS – «Quando non vinci non sei soddisfatto. C’è da lavorare, da migliorare, ma abbiamo bisogno di vincere per avere serenità. Normale che non siamo sereni per come sta andando la stagione: stiamo perdendo tanti punti per strada quindi c’è solo da migliorare».

SU COSA MIGLIORARE «Su tanti principi di gioco: occupamento delle posizioni, in modo diverso e migliore. Con squadre che si chiudono dobbiamo avere più soluzioni, mentre in questo momento siamo prevedibili giocando in orizzontale».

Andrea Pirlo è poi intervenuto ai microfoni di Sky Sport. Le sue dichiarazioni.

LA GARA«Sono sempre le stesse situazioni, dobbiamo migliorare e l’unico modo che abbiamo e lavorare per evitare questi errori grossolani che complicano il prosieguo della partita».

JUVE NAPOLI«Sì, diventa una finale perché abbiamo l’obbligo di vincere per rimanere attaccati alle prime della classifica. Sarà un match fondamentale».

REINTEGRARE ARTHUR, DYBALA E MCKENNIE«Non ho ancora deciso, ho altri pensieri. Devo riguardare la partita di oggi e nei prossimi giorni penserò al resto».

SU COSA LAVORARE – «Prima di tutto dobbiamo recuperare, tanti giocatori hanno viaggiato. Mercoledì è una gara importante e dobbiamo arrivarci al 100%».