Platini in custodia cautelare per l’accusa di corruzione: parla l’entourage

© foto www.imagephotoagency.it

Platini in custodia cautelare in Francia per accuse di corruzione: lo riferiscono i media francesi. L’ex presidente UEFA fermato a Nanterre

Secondo quando affermato dal sito francese Mediapart, Michel Platini sarebbe stato arrestato a Nanterre, Francia, con l’accusa di corruzione. La ricostruzione: «Platini è stato preso in custodia martedì, 18 giugno, come parte delle indagini sulla corruzione per l’attribuzione del Coppa del Mondo in Qatar nel 2022». Intorno alle 15:00 per 18 giugno, è arrivato un comunicato dell’entourage dell’ex giocatore.

«Michel Platini, dopo essere stato ascoltato come testimone l’anno scorso nel quadro della stessa inchiesta, nella giornata di oggi è stato messo in regime di custodia cautelare solo per ragioni tecniche. Platini non ha assolutamente niente da rimproverarsi e afferma di essere totalmente estraneo ai fatti. Non si tratta in alcun modo di un arresto ma viene ascoltato come testimone, in una condizione voluta dagli inquirenti che permette di evitare che le persone ascoltate possano accordarsi fuori dalla procedura» si legge nella nota ufficiale.