Il primo allenatore di Ronaldo: «Era timido. E ha pensato di lasciare il calcio»

ronaldo
© foto www.imagephotoagency.it

Il primo allenatore di Cristiano Ronaldo, Leonel Pontes, racconta la gioventù del portoghese. E svela qualche retroscena

Leonel Pontes, primo allenatore di Cristiano Ronaldo ai tempi dello Sporting Lisbona, ha raccontato a Tuttosport molti aneddoti sul fenomeno portoghese: «Lo andammo a vedere nel 1997 a Pasqua, ma lui non giocava perché era fuori quota. Allora chiamai dei ragazzini per fargli fare qualche palleggio e rimasi impressionato. A maggio lo portammo allo Sporting Lisbona. Era magro e timido, con una folta chioma di capelli ricci. L’adattamento andò bene, ma gli mancava Madeira e la famiglia. A Natale pensò di mollare, ma la madre lo convinse a rimanere a Lisbona. Ora è un uomo pieno di autostima e fortissimo di testa. E’ felice alla Juventus, ha lasciato il Real Madrid perché voleva sfide nuove. Vedendo come ci tiene al suo fisico mi aspetto che giochi fino al Mondiale in Qatar nel 2022»

Articolo precedente
Young Boys, prima della Juve si può chiudere il campionato
Prossimo articolo
giuliani juventus womenPagelle Florentia Juventus Women: Giuliani chiude tutto, Cernoia sugli scudi