Lo scrittore Guillem Balague spiega le lacrime di Ronaldo a Valencia

ronaldo
© foto www.imagephotoagency.it

Guillem Balague ha scritto una biografia non autorizzata di Cristiano Ronaldo. Lo scrittore ha parlato della personalità del portoghese

La vita di Cristiano Ronaldo è sotto gli occhi di tutti. La fama del fenomeno portoghese  ha fatto sì che molti scrittori abbiano deciso di scrivere una sua biografia. Uno di questi è Guillem Balague, autore di una biografia non autorizzata.

Intervistato da Il Corriere dello Sport, il biografista ha parlato della personalità di Ronaldo e del motivo del pianto dopo l’espulsione: «E’ stata una reazione affascinante perché ha messo in evidenza come i club tengano i propri campioni in una bolla meravigliosa, una zona franca dove questi giocatori si sentono degli Dei in terra. E gli Dei non sono punibili per definizione. Quando questo accade, ecco che la reazione è esagerata e violenta. Il problema di questi ‘marziani’ è che non hanno avuto una crescita normale. Anagraficamente procedono ma mentalmente restano adolescenti perché non devono pensare a nient’altro se non a giocare. A loro viene chiesto solo il gol, al resto pensano altre persone che soddisfano tutte le loro esigenze. E’ dura per un ragazzo di 33 anni essere considerato un Dio in ogni circostanza, ogni volta che scende in campo, ogni volta che saluta i propri fan, ogni volta che entra in un negozio. Le aspettative sono enormi e a questo status ci si abitua velocemente. Lui vuole la devozione di tutti, vuole che tutti abbiano fiducia in lui e questo a Madrid nell’ultimo periodo non accadeva più. Questa ricerca della devozione assoluta lo ha portato in Italia assieme ad altri aspetti, anche economici. Ronaldo in Serie A non è stato accolto con gioia solo dai tifosi della Juventus ma da tutto il movimento».

Articolo precedente
Ronaldo, niente riposo a Frosinone. L’espulsione lo ha caricato ancora di più
Prossimo articolo
Calcio femminile, la FIGC apre un nuovo sito web