Rooney e quell’aneddoto su Ronaldo: «In quel momento pensai ‘Cosa stai facendo?’»

Iscriviti
cristiano ronaldo
© foto www.imagephotoagency.it

Wayne Rooney, ex attaccante del Manchester United, ha ricordato un episodio con Cristiano Ronaldo di Portogallo Inghilterra del 2006

Intervistato dal Times, Wayne Rooney ha ricordato un aneddoto risalente a Portogallo Inghilterra del Mondiale del 2006, che vide protagonista Cristiano Ronaldo. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

ESPULSIONE – «Ricardo Carvalho mi tratteneva e mi spingeva e poi è arrivato Petit dall’altro lato. L’arbitro, Elizondo, non ha fatto niente e quindi io ho schiacciato il mio piede addosso a Carvalho. Sapevo che mi avrebbe espulso e negli spogliatoi ho visto il resto della partita su una piccola TV, pensando: ‘Se vinciamo, mi squalificano per la semifinale e per la finale. E se perdiamo è colpa mia’. È stata le peggiore e la più strana sensazione che abbia mai avuto in carriera».

RONALDO – «Avevo in mano il telefono e mi arrivavano tantissimi messaggi su Ronaldo. Ovviamente quando è arrivato lì dall’arbitro per chiedergli di espellermi, io l’ho spinto via. E in quel momento non riuscivo a credere a quello che stava facendo. Poi però mi sono messo nei suoi panni, probabilmente avrei fatto lo stesso. Se il rosso fosse stato meritato e ci avesse aiutato a vincere, certo che lo avrei fatto. Lo farei anche ora. E ho pensato che comunque ho cercato di farlo ammonire per simulazione nel primo tempo. Per quello che riguarda l’occhiolino, non ci ho visto niente di strano».

RONALDO NELLO SPOGLIATOIO«Quindi mi sono calmato e dopo l’ho cercato nel tunnel. Sentivo che era importante parlarci mentre la cosa era ancora fresca e dovevo farlo faccia a faccia. Mi ha guardato come per chiedermi scusa, ma io pensavo già allo United. Gli ho detto che non avevo problemi con lui. ‘Goditi il torneo e buona fortuna. Ci vediamo tra qualche settimana e cerchiamo di vincere il campionato’».

Condividi