Connettiti con noi

Hanno Detto

Sacchi elogia Allegri: «A livello tattico non ha eguali. Fuoriclasse»

Pubblicato

su

Arrigo Sacchi elogia Massimiliano Allegri: ecco le dichiarazioni dell’ex tecnico del Milan e la sua analisi

Arrigo Sacchi, su La Gazzetta dello Sport, elogia Massimiliano Allegri.

«Se devo cercare una parola per definire Allegri, la prima che mi viene in mente è: concretezza. È un fuoriclasse nell’interpretazione del calcio italiano. È un tattico davvero speciale, non uno stratega o uno sceneggiatore: lo dice lui stesso. Ovunque sia stato ha ottenuto successi e anche chi dice che a livello internazionale ha raggiunto pochi traguardi si sbaglia: due volte è andato in finale di Championse, non è cosa da poco. Le ha perse, è vero, ci è arrivato. A lui interessa il successo: che lo si conquisti in modo spettacolare o in modo ordinario, importa poco. Più che a incantare la gente, pensa agli almanacchi, e non c’è nulla di male in questo. Soprattutto se sulle pagine degli almanacchi riesce a far scrivere il nome delle squadre che allena. Ha un’esperienza consolidata ad altissimo livello, sa gestire i momenti più delicati della stagione e segue un metodo preciso con regole ferree. È sufficiente vedere il suo primo impatto con l’ambiente Juve, nel 2014, per capire che stiamo parlando di un ragazzo intelligente: i tifosi lo criticavano e non lo volevano perché aveva guidato il Milan e lui, gara dopo gara, è riuscito a entrare nei loro cuori. Legge le sfide con arguzia, capisce i momenti topici di un duello, sa quando è il caso di fare o di non fare una mossa. Ripeto: a livello tattico non ha eguali. E ha la capacità di tenere in pugno tutto il gruppo».