Sarri: «Buona personalità, ho visto dei passi in avanti»

sarri-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, ha parlato al termine del match del Rigamonti tra i bianconeri ed il Brescia

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus, ha parlato ai microfoni di DAZN al termine del match del Rigamonti tra i bianconeri ed il Brescia. Il tecnico toscano ha commentato la prestazione dei suoi uomini.

IMPRESSIONI«Buone, siamo migliorati dal punto di vista del palleggio controllando bene la partita. Dobbiamo perfezionare la fase difensiva, ma ho visto passi in avanti nelle occasioni create anche oltre che nel palleggio. Buona personalità, buon palleggio, quindi da migliorare la fase difensiva».

4-3-3 E 4-3-1-2«Bisogna essere pronti a tutte e due le soluzioni. In questo momento abbiamo problemi con gli esterni offensivi, e tanti centrocampisti offensivi, quindi ho sfruttato quello che abbiamo a disposizione. Dipende dai momenti della stagione, quindi bisogna preparare una squadra con queste due soluzioni».

CUADRADO«Appena abbiamo preso gol, lo stavo pensando in proiezione secondo tempo. Il ragazzo dopo aver fatto un paio di partite di altissimo livello in fase offensiva, l’ha fatta stasera anche in zona difensiva. È in salute».

DYBALA«Ha fatto una buona partita, in tutte e due le fasi. L’ho visto molto applicato, benissimo negli scambi in velocità con Ramsey. È uscito acciaccato, speriamo di recuperarlo per la prossima».

TREQUARTISTA«Dipende dal momento della stagione. Il giocatore che faceva la differenza era Douglas Costa, poi venendo a mancare lui abbiamo deciso di sfruttare i centrocampisti offensivi. Trequartisti? Abbiamo Ramsey, il più adatto in questo momento, ci può giocare Rabiot, Dybala anche se mi piace di più in posizione più avanzata».

DE LIGT«Sta crescendo, un attimino di pazienza. Viene da un calcio diverso, si trova proiettato in una realtà diversa. Ci va solo un po’ di tempo. Koulibaly è un fenomeno, ma anche lui nei primi mesi ha fatto fatica. È un giocatore carismatico, trascinante come Giorgio. Abbiamo fuori De Sciglio, stasera anche Danilo. Penso che in alcuni momenti siamo vulnerabili come squadra».

L’allenatore della Juve, poi, ha parlato anche ai microfoni di Sky Sport. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

MODULO – «Con Ronaldo e Douglas fuori eravamo pieni di centrocampisti e abbiamo deciso di cambiare per sfruttare tutte le soluzioni con il 4-3-1-2, che è un modulo che mi piace molto. Lo abbiamo fatto bene dal punto di vista del palleggio e un po’ meno dal punto di vista difensivo».

GOL PRESO«Lo voglio rivedere bene, mi sembra che abbiamo fatto una fase difensiva un po’ morbida. Questo modulo ti dà un’interpretazione difensiva non semplicissima. Abbiamo fuori Giorgio, De Sciglio, ci manca un po’ di lavoro… Vediamo di crescere».

DANILO – «Problema muscolare? Penso di sì, dobbiamo vedere l’entità».

TREQUARTISTA«Dybala ha fatto bene, a me piace di più quando gioca avanti. Ma sicuramente è un’opzione che potremo utilizzare. Sta facendo bene, ha iniziato in ritardo la preparazione quindi penso abbia grandi margini. mi piace molto quando gioca avanti ma è un’opzione da prendere in considerazione metterlo sulla trequarti».

AVVERSARIE«Io penso che nella fase iniziale della stagione tutte le squadre ci credono di più. Poi i punti diventano più importanti delle prestazioni. Stasera le occasioni le abbiamo sfruttare molto meglio ma penso che questo atteggiamento delle squadre sia transitorio».

RONALDO«Non lo so, domattina ci sarà sicuramente un meeting con i medici che mi hanno parlato di una situazione tranquilla. Al limite poteva scendere in campo ma c’era un minimo di rischio e abbiamo deciso di non farlo giocare».

MIGLIOR GIOCATORE «Direi Ronaldo che è un mio giocatore ed è il migliore. In ogni ruolo c’è un fuoriclasse, è normale comunque che chi esalta all’occhio sono i giocatori offensivi».

Sarri è intervenuto anche ai microfoni di Juventus TV nel post partita. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.

PARTITA«Abbiamo fatto più qualità oggi sicuramente. Più confusionari nella rimonta con il Verona, più puliti e più logici in questa partita. Siamo andati sotto contro una buona squadra in salute, in un campo difficile e non era semplice. Però lo abbiamo fatto con lucidità, abbiamo palleggiato bene, abbiamo creato tanto perchè mi sembra che ci siano stati tre salvataggi sulla linea. È una partita che potevamo vincere più tranquillamente, ma andare sotto dopo 4 minuti è sempre complicato».

CRESCITA «È una vittoria importante perchè sono tre punti importanti in un campo difficile. Probabilmente ci danno anche la consapevolezza d’essere in crescita».

DISCORSO ALL’INTERVALLO«Che stavamo accennando bene il palleggio, molto bene, quindi c’era la necessità di proseguire e migliorarlo, senza andare in ansia, perché con un pizzico di qualità in più nel palleggio le palle gol sarebbero venute come logica di conseguenza. E c’erano state anche nel primo tempo».

RAMSEY«La squadra ha interpretato bene il modulo. Abbiamo deciso di cambiare in questi giorni perchè siamo a corto di esterni offensivi e siamo numerosi come centrocampisti, di cui qualcuno offensivo, quindi abbiamo cercato di sfruttare quello che avevamo a disposizione in questo momento. Ci siamo creati una bella alternativa, un modulo bellissimo, affascinante, difficile nella fase difensiva, però può essere per noi un’alternativa interessante».