Connettiti con noi

Hanno Detto

Sconcerti: «Allegri rovescia la Juve come un cappotto dei poveri»

Pubblicato

su

Sconcerti: «Allegri rovescia la Juve come un cappotto dei poveri». Così il giornalista del Corriere della Sera sui bianconeri

Mario Sconcerti esamina così la Juventus di Allegri su corriere.it.

«Ci sono partite in cui non devi farti domande, prendi il risultato e te ne vai. Perché era l’unica cosa che cercavi. Poi con calma ti domandi cosa sei riuscito a fare e non trovi molto di diverso dal grigio. Allegri continua a rovesciare la sua Juve come fosse un cappotto dei poveri, ma non trova l’effetto caldo che cerca. Contro lo Spezia sono tornate le incertezze di Szczesny, la confusione di un centrocampo ancora diverso (McKennie-Bentancur, poi Locatelli) e una vera collocazione di Bonucci in mezzo al gioco fino a farne il regista.

Più arretrato Dybala, sostituito da Kean nella fantasia sottoporta, più Chiesa in buona condizione a dare velocità a un’azione di gruppo sempre piuttosto accademica. Gli esperimenti sono falliti fino all’ultimo terzo di gara quando lo Spezia era ancora in vantaggio. Si è tornati alla normalità senza nessuna tattica, il nuovo è arrivato dalla necessità di scendere in dieci nella metà campo degli altri, senza più limiti o compiti, e con lo Spezia quasi spaventato dall’idea di battere la Juve. Ma di una Juventus che dovrebbe cominciare un nuovo ciclo, pochissime tracce. Se, come dice Allegri, era uno scontro salvezza, è stato raggiunto un traguardo».