Sconcerti ‘attacca’: «Juve? Forse ha qualità inferiori rispetto a quanto attribuito»

sconcerti
© foto www.imagephotoagency.it

Mario Sconcerti ha commentato la 23ª giornata di Serie A, parlando anche della sconfitta della Juve contro il Verona

Nel suo editoriale sulle pagine del Corriere della Sera, Mario Sconcerti ha commentato così la sconfitta della Juve contro il Verona.

JUVE – «La Juve si è normalizzata, è diventata banale, fino a far venire il dubbio che il problema non sia la presunzione, ma una qualità inferiore a quella che gli è stata sempre attribuita. Pjanic è da due mesi in una crisi diventata ormai profonda; Rabiot è più in partita ma non è mai chiaro a fare cosa. La mancanza di Matuidi, di Chiellini, di Khedira, di una coppia più affiatata e concreta di Bonucci-De Ligt, ha reso la Juve una specie di libreria dell’Ikea avvitata male, sbanda da una parte all’altra sotto il peso dei libri. Non è finito il suo campionato, si è chiusa però la sua incessante differenza. I problemi di inserimento di Sarri nel suo mondo, le assenze e i crucci da vecchia grande squadra hanno finito per banalizzarla. Non c’è più un singolo problema di orgoglio sbagliato. Gli errori sono sparsi su tutta la squadra e su molti fronti, compreso quello atletico. Infatti Sarri dice che le gambe sono a esclusiva disposizione del cervello. La Juve oggi pensa male».