Connettiti con noi

Hanno Detto

Sconcerti attacca: «Allegri ha sbagliato un paio di cose serie a Udine»

Pubblicato

su

Mario Sconcerti ha analizzato il pareggio della Juve in casa dell’Udinese. Le parole del giornalista sulla squadra di Massimiliano Allegri

Intervenuto ai microfoni di TMW Radio, Mario Sconcerti è tornato sul pareggio della Juventus a Udine. Le sue parole anche sulla questione Cristiano Ronaldo.

RONALDO – «Allegri nei giorni precedenti aveva parlato di Ronaldo come valore aggiunto, quindi qualcosa in più e non un riferimento. Credo che questo abbia fatto male anche a un Ronaldo distratto e sicuro di andarsene all’estero. Più che per la Juve, il caso è per Ronaldo: il club mi sembra già liberato dalla diversità che ha dovuto dar lui».

UDINE – «Non credo, mi sembrano problemini di fondo. Credo che Allegri abbia sbagliato un paio di cose serie a Udine: non ha pareggiato però chiaramente per demerito suo ma per errori del portiere. Di certo va sottolineato che era la prima partita gestita in carriera da Allegri coi cinque cambi, e per la prima volta ha fatto tre cambi insieme. Ha cambiato schema, da 4-4-2 a 3-5-2, cambiando anche giocatori e quindi gioco. Non so quanto abituato fosse a ragionamenti in corsa di questo genere, di certo c’è che da quel momento la Juve non è più stata propositiva. La Juventus è una grande squadra, nettamente la migliore, ma non riescono ad essere quello che erano con Allegri. Lui ha cambiato pensando a quella squadra, che era flessibile e si adattava a tutte le partite. Sarri, che è tutt’altro che scemo, ha detto che questa Juventus è inallenabile: quella piccola superbia di un gruppo di giocatori che hanno vinto tanti Scudetti li rende differenti, è successo qualcosa. Ancora questo Allegri non l’ha cancellato».