Buona la prima di Max: scelte impopolari e piano gara perfetto

© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Juventus aveva ammesso di poter fare scelte impopolari nel match con la Lazio: tre punti d’oro con Dybala ai box

Si gioca in quattordici nel calcio: parola di Massimiliano Allegri. Anche lui trasportato dall’effetto CR7. Il ritorno all’Allianz Stadium è all’insegna delle novità. O, per dirla alla Max, “delle scelte impopolari”. Quelle che escludono due su tre di quel tridente delle meraviglie che in estate hanno fatto andare in escandescenza i tifosi.

Le scelte di Max e il responso del campo

Il timoniere non si scompone. Tiene in panchina Dybala e Douglas Costa, buttando nella mischia quest’ultimo nella ripresa per alzare la pressione agli avversari. E il piano gara gli riesce alla perfezione. La formazione bianconera la mette sulla fisicità con Mandzukic e Ronaldo, seppur alla continua ricerca di quel feeling che tornerà utile nel corso della stagione. Con loro (uscirà tra gli applausi) quel Bernardeschi già protagonista in positivo della tournèe negli States. La rete di Pjanic mette in discesa il match nel primo tempo, senza neanche forzare più di tanto. Poi arriva la freschezza di Douglas Costa, che alza la pressione sulla linea difensiva avversaria. Il gol di Mandzukic lascia spazio ai sorrisi di Cristiano, che finora aveva sempre fatto gol allo Stadium (quattro reti in tre partite).

«E Dybala? Si gioca in undici»

Ci sarà tempo anche per la qualità. Ci vuole solo pazienza. Ronaldo è ancora nella fase di conoscenza del calcio italiano, chiaramente diverso da quello spagnolo. Il tecnico lo ha ringraziato nel post gara per l’intelligenza e l’umiltà mostrati in questi primi scampoli di Serie A. Il gol arriverà, così come l’intesa con il grande escluso del match contro la Lazio, Paulo Dybala. «Si gioca in undici» ha spiegato Allegri, consapevole che il numero 10 bianconero in panchina per i primi novanta minuti allo Stadium in campionato non passa inosservato. Lui, che l’anno scorso era stato quello a entrare prima di tutti in condizione. Nella Juve 5.0 di Max non ci sono intoccabili.

Articolo precedente
allegriAllegri: «C’è da migliorare, ma sono soddisfatto. Dybala? Giocano in 11» – VIDEO
Prossimo articolo
mandzukicHighlights e Gol Juventus-Lazio 2-0: le immagini della 2ª giornata di Serie A – VIDEO