Spinazzola da Juve a Juve

© foto www.imagephotoagency.it

Leonardo Spinazzola ritrova la Juve dopo gli anni passati nel settore giovanile e il frammento di ritiro svolto al primo anno di Allegri

Dopo Emre Can, Perin, Cancelo, Caldara e Cristiano Ronaldo, all’Allianz Stadium si è tenuta oggi la presentazione di Leonardo Spinazzola. Terminato il prestito biennale all’Atalanta, l’esterno classe 1993 è tornato alla base per ritagliarsi un ruolo da protagonista dopo i molti anni di gavetta in giro per l’Italia. Il brutto infortunio rimediato al termine della scorsa stagione lo costringerà a stare ai box almeno fino a metà ottobre, ma Allegri è pronto ad aspettarlo. In conferenza stampa, Spinazzola non ha nascosto la sua emozione per essere tornato in bianconero: «Sono felice di essere qui, pensavo che dopo CR7 alla mia conferenza non sarebbe venuto nessuno! L’anno scorso ho cercato di tornare qui: era un treno che non potevo perdere. Ma l’Atalanta mi ha detto che dovevo restare e abbiamo fatto bene sia in campionato sia in Europa. Ringrazzio tutti i miei ex compagni, lo staff e Gasperini. Ma ringrazio anche la Juve che mi ha aspettato, sono felice ed emozionato».

Acquistato dalla Juventus nel 2010, Spinazzola rimane nel vivaio bianconero per il successivo biennio, partecipando alla vittoria del Torneo di Viareggio 2012 (in cui viene premiato come miglior giocatore della competizione). Nell’estate del 2012, mentre la Juventus festeggiava il primo scudetto dell’era Conte, per il terzino sinistro di Foligno comincia la girandola di prestiti, a cominicare dall’Empoli. Al termine dell’annata 2013/2014, vissuta in prestito al Siena, Spinazzola torna alla base e prova a mettersi in gioco nel primo ritiro estivo della Juve targata Allegri. Il tecnico livornese lo prova nelle due amichevoli contro Lucento e Cesena, facendolo entrare nella ripresa, ma il suo destino è ancora lontano da Torino. Prima l’Atalanta, poi il Perugia e infine nuovamente l’Atalanta. Con i bergamaschi, sotto la guida di Gasperini, esplode definitivamente convincendo la Juve a tenerlo in pianta stabile in prima squadra. Da Juve a Juve. Di cose ne sono cambiate dal 2010 ad oggi e Spinazzola non poteva tornare in un momento migliore.

Articolo precedente
Ufficiale: Sassuolo, arriva Martina Lenzini dalla Juventus Women
Prossimo articolo
zironelliJuventus B: Zironelli supera Aglietti per la panchina. Le ultime