Sturaro torna terzino: necessità o pazzia?

sturaro
© foto www.imagephotoagency.it

Il centrocampista bianconero dovrà nuovamente adattarsi al ruolo di esterno basso a destra. Sturaro terzino però non è esattamente una certezza…

È un esperimento già visto, fin troppe volte. Stefano Sturaro dopo le infauste nottate di Champions (e non solo) torna a vestire i panni di terzino destro. Un ruolo che, sinceramente, si addice veramente poco alle caratteristiche dell’ex Genoa. Allegri però, nonostante le ultime disastrose prove, torna a dare fiducia al suo gladiatore in quella posizione. Una scelta dettata dalle contingenze: De Sciglio è ancora out e rientrerà dopo la sosta mentre Lichtsteiner, non esattamente in cima alle preferenze di Max, rifiaterà in vista della trasferta di Cagliari. Ma non avrebbe avuto più senso ricorrere alla carta Barzagli?

Ci teniamo il beneficio del dubbio perché solo quello ci rimane. Stura dovrà vedersela, da quella parte, col saettante Berenguer. Lo spagnolo ex Osasuna, abile nello stretto e nell’uno contro uno, potrebbe mortificare l’adattato Stefano. Il 27 bianconero ha già dimostrato in passato di avere enormi lacune nei tempi di uscita sul portatore e nella difesa della profondità. In pratica i due compiti che si chiedono in fase di non possesso a un terzino. E questo la dice lunga sulla totale inadeguatezza nel ruolo di questo giocatore. Troppo pessimisti? Forse. Speriamo che Allegri abbia visto qualcosa che noi, francamente, non concepiamo.