Suarez-Dzeko: ballottaggio nello spogliatoio, squadra divisa! Retroscena

© foto www.imagephotoagency.it

Suarez Dzeko: ballottaggio nello spogliatoio, squadra divisa! Retroscena sul casting del calciomercato Juve, vissuto dall’interno

Luis Suarez o Edin Dzeko non è dubbio che attanaglia unicamente uomini mercato e tifosi della Juventus. Nello spogliatoio bianconero, come è nomale che sia, v’è fitto chiacchiericcio e grande aspettativa intorno alla figura che andrà a vestire la maglia bianconera numero 9. Tutti i calciatori nutrono enorme fiducia nell’operato della società ed entrambi i profili risultano graditi e stimati tra le mure della Continassa, ma esistono delle fisiologiche ed individuali preferenze all’interno della squadra. Ecco quelle riconducibili al binomio dal quale, almeno in apparenza, dovrebbe uscire il centravanti del calciomercato Juve.

Partito Suarez: Chiellini, Cristiano Ronaldo, Bentancur e Arthur

“Dalla parte” dell’uruguagio c’è sicuramente Giorgio Chiellini. Il capitano della Juventus è un grandissimo estimatore del Pistolero, al netto del famoso episodio del morso risalente al Mondiale del 2014. «Lui e io siamo simili e mi piace affrontare così le sfide. Ammiro la sua malizia, se la perdesse diventerebbe un attaccante normale (…). Anch’io in campo sono un gran figlio di p… e ne vado fiero: le malizie fanno parte del calcio, neanche le chiamo scorrettezze. Bisogna essere furbi e io Suarez lo ammiravo da sempre». Anche sui social Chiellini ha marcato stretto Suarez con un paio di like su Instagram in questi giorni di trattative, indiscrezioni e rumors. Lo stesso Cristiano Ronaldo, al netto di qualche scaramuccia passata, reputerebbe l’uruguagio perfettamente compatibile al suo stile di gioco. È noto come portoghese sia un fan delle prime punte particolarmente tecniche (non che Dzeko non lo sia, anzi). Anche il connazionale Bentancur e Arthur, suo ex compagno al Barcellona, sono della stessa idea. Proprio il centrocampista brasiliano si è espresso così in merito nella sua conferenza stampa di presentazione: «È un grandissimo giocatore e, se arrivasse qua, ci darebbe una grande mano…».

Partito Dzeko: Bonucci e Szczesny

Dall’altra parte dello spogliatoio il fronte composto da Leonardo Bonucci ed Edin Dzeko. Il difensore ha spezzato più di una lancia in favore del bosniaco dopo l’ultimo match di Nations League che li ha contrapposti: «Dzeko è un grande giocatore, di livello mondiale. Ha tutto. Tecnica, corsa e dribbling». A questi complimenti pubblici è seguita la strizzata d’occhio da parte del romanista, che ha lasciato un like ad una delle ultime foto d’allenamento postate da Leo. E poi c’è l’amicizia con Szczesny, sbocciata e maturata ai tempi di Roma. I due sono grandi amici e il portiere polacco non vedrebbe l’ora di riabbracciare il 34enne alla Continassa.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

WINNING TEAM 💪🏻🏁🎉 #FinoAllaFine #LB19 #training

Un post condiviso da Leonardo Bonucci (@bonuccileo19) in data:

 Il post di Bonucci con il like di Dzeko. 

Partito «il prima possibile»: Pirlo

E poi c’è Andrea Pirlo che non ha una preferenza assoluta tra i due, o almeno non in maniera plateale. Quel che è certo è che il tecnico si è mosso in prima persona per contattare Edinz Dzeko, mentre ha lasciato alla società le confidenze con Luis Suarez. Il tecnico bianconero è convinto di poter lavorare in modo ottimale con entrambi, ritenuti perfettamente funzionali alle sue idee di gioco. La priorità di Pirlo è invece un’altra: avere il suddetto attaccante a disposizione il prima possibile, a prescindere da chi esso sia. «Mi serve il prima possibile, ma il mercato chiude il 4 ottobre e ci sarà tempo per lavorarci», è l’urgenza mascherata al termine dell’ultima amichevole con il Novara. Un ulteriore segnale a Paratici che intanto lavora giorno e notte per porre fine al maggiore tormentone di questo calciomercato estivo.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juve su FIFA 21: cosa ci dice il nuovo videogioco

Condividi