Connettiti con noi

Hanno Detto

Thuram: «Razzismo? Giocavo con Cannavaro, ricordo i cori contro Napoli»

Pubblicato

su

Lilian Thuram ha parlato di razzismo in Italia. Le dichiarazioni dell’ex difensore di Parma e Juventus sulla sua esperienza da giocatore

Lilian Thuram ha parlato del tema razzismo in Italia: le dichiarazioni a Il Mattino.

RAZZISMO – «Ho conosciuto Kalidou quando venne a Parigi con il Napoli per la sfida contro il PSG. Lui è un ragazzo straordinario, con grandi valori umani e con un enorme equilibrio. Significato della presenza di Koulibaly, Anguissa e Osimhen nel Napoli? Può aiutare le persone a cambiare mentalità e ad avere una maggiore apertura verso persone che hanno un colore della pelle diverso o che seguono un’altra religione».

OSIMHEN – «Osimhen è bravissimo, veloce e ha il senso del gol. Non mi meraviglia che faccia tante reti a Napoli, lo avevo già visto nel Lille. Victor, per la sua storia, può essere un esempio per tutti quelli che vogliono realizzare un sogno».

RAZZISMO NORD E SUD – «Ho avuto Fabio Cannavaro come compagno di squadra, ancora ricordo quando partivano gli insulti contro Napoli ed i napoletani. Un problema storico è anche quello delle città del Nord che non accettavano chi arrivava dal Sud nel dopoguerra».