Bonucci e Caldara: le ultimissime sul mercato Juve

© foto www.imagephotoagency.it

Le ultimissime sul mercato Juve tra incontri e trattative per il ritorno di Bonucci in bianconero e il possibile trasferimento di Caldara al Milan

Si lavora senza sosta sull’autostrada Torino-Milano. E’ un continuo susseguirsi di incontri, con la possibilità di schiarite nelle prossime ore. Al lavoro Alessandro Lucci e Beppe Riso, rispettivamente gli agenti di Leonardo Bonucci e Mattia Caldara: entrambi hanno incontrato la Juve e il Milan, ovvero Fabio Paratici e Leonardo, che loro volta hanno avuto nel pomeriggio un colloquio a Milano di circa un’ora. Non è un giorno di chiusure, ma decisivo per il mercato Juve, funzionale all’incontro in programma nelle prossime ore con il Chelsea in una località estera, probabilmente Nizza o Montecarlo.

Bonucci-Juve: intesa su ingaggio e annuncio

Leonardo Bonucci ha espresso la volontà di tornare alla Juve. I club bianconero non ha chiuso la porta: stava cercando un difensore importante per rinforzare il reparto arretrato, già orfano quest’anno dell’esperienza di Gigi Buffon. Un ritorno al passato che si farà (salvo clamorosi dietrofront), ma per il quale servirà ancora un pizzico di pazienza per trovare la quadra rispetto alle richieste del Milan. La trattativa la conduce la Juve, che intanto si è portata avanti: intesa di massima per l’ingaggio del calciatore, che dovrebbe percepire 6 milioni a stagione per quattro anni. Fondamentale, però, che Bonucci faccia un mea culpa di fronte alla piazza, che la scorsa estate non aveva gradito la sua scelta di andare al Milan.

La Juve fa capannella su Caldara e incontra il Chelsea per Rugani

Il Milan si è imputato. Respingendo al mittente le proposte della Juve a valutare i profili di Benatia e Rugani. I rossoneri vogliono Caldara, che però ha espresso in prima persona la volontà di restare in bianconero. L’idea dei bianconeri è quella di blindare l’ex atalantino, sul quale si è mossa una vera e propria petizione dei tifosi sui social #CaldaraNonSiTocca. L’esigenza di giungere a una conclusione su tutte le strade percorribili per far ritornare Bonucci alla Juve nasce dalla necessità di avere le idee chiare al prossimo incontro col Chelsea (che dovrebbe anche essere l’ultimo), pronto a chiudere l’affare Rugani per un cifra che scollina i 50 milioni. Resta apparentemente distaccata la posizione di Higuain, che però è quello che potrebbe far pendere la bilancia da una o da”altra parte.

Il finale dell’operazione a sorpresa e i nomi in bilico

Dovesse concludersi l’affare Rugani al Chelsea, la Juve potrebbe cambiare le carte in tavola per portare a termine l’operazione Bonucci. Con Caldara fuori dai giochi, e qualche altro profilo improvvisamente protagonista. Due le piste da monitorare. La prima porta sulle tracce di Cuadrado (assistito da Lucci) che potrebbe non essere considerato intoccabile alla luce dei tanti esterni destri già a disposizione di Allegri. La seconda conduce a Mandzukic (la Juve ha incontrato il suo agente negli ultimi giorni) così da risolvere comunque l’esigenza dei rossoneri in attacco. A quel punto anche Higuain verrebbe spinto verso il Chelsea e la Juve troverebbe ampia disponibilità per trovare la formula migliore per il ritorno di Morata a Torino. Nel caso in cui la Juve fosse costretta a ragionare su Caldara al Milan, non andrebbe oltre al trasferimento con diritto di recompra al massimo dopo due anni.

SCARICA LA NOSTRA APP PER RESTARE SEMPRE AGGIORNATO SULLE NEWS

Articolo precedente
Groenen e la Juventus Women tornano a trattare: la situazione
Prossimo articolo
Benfica-Juventus 3-5 dopo i rigori, ICC Cup 2018: tabellino e sintesi del match