Urbano: «Sui rinvii era il caso di fare una riflessione generale»

orlando-urbano
© foto Instagram Orlando Urbano

Urbano: «Sui rinvii era il caso di fare una riflessione generale». Il direttore sportivo del Novara sulla questione del Coronavirus

Orlando Urbano, direttore sportivo del Novara, ha parlato ai microfoni di TuttoC.com della questione Coronavirus e i relativi rinvii.

CRITICITA’«Noi come società ci atterremo al comunicato ufficiale, siamo impotenti davanti a questa situazione. Abbiamo espresso la criticità di giocare a porte chiuse perché le società di C vivono anche di questo, degli introiti dello stadio. Non siamo in A non abbiamo i diritti televisivi e gli sponsor come in A. Spiace di più anche il non avere affetto e supporto dei nostri tifosi. Mi auguro che sia per poco tempo questa situazione».

DEROGA – «Noi abbiamo avuto un periodo in cui non abbiamo potuto utilizzare i nostri dipendenti come invece avremmo potuto fare, come ad esempio nel settore giovanile che rimane chiuso ed altri che non possono essere utilizzati in modo consono. Va affrontato questo tema con la Lega: è un danno che va risolto per recuperarlo».

STOP – «Se vi fosse stata omogeneità territoriale, era il caso di fare una riflessione generale. Noi non sappiamo le conseguenze, se fermano avranno loro motivazioni corrette. Bisogna capire se il problema è risolvibile in breve termine».

NORMATIVE – «Le normative statali parlano in un certo modo, ma non si può rispettare effettivamente. Non vedo omogeneità in quello che lo stato sta decidendo di fare. Tutto ciò viene pagato dalle società che ha bisogno dei tifosi. Non vedo logica in questo senso e mi sento confuso. Ci dicessero chiaramente tutta la verità su cosa può comportare il Coronavirus: se non è permesso ai tifosi di venire allo stadio noi stiamo facendo la cosa giusta? Si stanno prendendo in Italia le precauzioni giuste?».

Condividi