Connettiti con noi

Hanno Detto

Vierchowod: «Allegri? La gente si aspetta il massimo, ma lui lo ha già dato»

Pubblicato

su

Pietro Vierchowod ha parlato della Juventus di Allegri, soffermandosi sul tecnico livornese e sui giovani a disposizione

l’ex calciatoredella Juventus Pietro Vierchowod ha parlato del momento della Juventus ai microfoni di TMW Radio. Le sue parole su Allegri ed i giovani a sua disposizione.

PAOLO ROSSI – «Era un giocatore veramente grande. La zampata la metteva sempre, era davvero pericoloso in area. E poi era una brava persona, non è mai stato supponente, anzi, molto disponibile».

VITTORIA JUVENTUS – «Di positivo si può dire che in altri campionati la Juventus ha iniziato male e poi ha recuperato terreno. Però devo dire che prende troppi gol. La colpa non è solo della difesa ma anche di un centrocampo che non fa abbastanza filtro e non aiuta neanche l’attacco. La mancanza di Ronaldo? Sì, si fa sentire, risolveva tanti problemi».

ALLEGRI – «Dopo aver vinto, tornare in una squadra dove va via il giocatore migliore e devi ricostruire tutto è uno sbaglio. La gente si aspetta il massimo e tu lo hai già dato prima. Hai avuto l’opportunità di vincere anche delle Champions ma non lo hai fatto. I cavalli di ritorno non vanno mai bene. Devi costruire una squadra col giusto mix tra campioni e giovani, sennò non vai da nessuna parte. La Juventus non può permettersi di stare 2-3 anni senza vincere».

GIOVANI JUVE – «De Ligt è cresciuto poco. Altri giovani? Locatelli per adesso ha fatto il compitino, Rabiot non è un fenomeno ma non fa la differenza, così come McKennie. Chiesa? Può fare la differenza, ma gli piace giocare da solo. Io giocherei a 3 dietro, 4 in mezzo al campo, 3 davanti. Preferisco avere più attaccanti che meno».