Walter Ricciardi: «Juve-Napoli? Sto con l’Asl. Il calcio si deve fermare»

Iscriviti
© foto A

Le parole di Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza su Juve-Napoli e sulla situazione Coronavirus

Walter Ricciardi, consigliere del ministro della Salute Speranza, rappresentante italiano nel Comitato esecutivo dell’Oms, designato dal governo per il periodo 2017-2020, ha parlato a Tiki Taka della situazione italiana e della diatriba Juventus-Napoli.

JUVE NAPOLI – «Io sto dalla parte dell’Asl che ha applicato i protocolli per non far diffondere il virus».

STOP AL CALCIO – «Il calcio in Italia rappresenta molto di più che un semplice sport. Ma questo non deve andare a scapito della salute. Le priorità attualmente sono quelle di alimentare il Paese anche dal punto di visto produttivo con le fabbriche devono continuare a produrre. Si rischia quindi lockdown del pallone? Spero di no ma l’indice di contagiosità che vediamo in alcune aree del nostro Paese è preoccupante: vedi Milano, Napoli e Roma. Alcune zone del Piemonte e Liguria. Servirebbero delle chiusure mirate che scongiurerebbero uno lockdown generalizzato. Una sospensione del calcio? Sì, in alcune aree sarebbe necessario e bisognerebbe farlo subito, bastano 2-3 settimane per risollevare la situazione».

LEGGI ANCHE: Osimhen: «Su Juve Napoli decisione sleale. Eravamo carichi per la partita»

Condividi