Connettiti con noi

Hanno Detto

Zaniolo sottolinea: «Italia? Chi entra dalla panchina decide la partita»

Pubblicato

su

Nicolò Zaniolo parla della Nazionale: ecco le dichiarazioni del centrocampista della Roma in passato accostato alla Juve

Nicolò Zaniolo non è con la Nazionale di Mancini: il centrocampista della Roma sta recuperando dall’ennesimo sfortunato infortunio. Le sue parole a La Gazzetta dello Sport.

ITALIA – «Sorpreso? Per niente. So quanto valgono i miei compagni e quanta forza sono riusciti a creare facendo gruppo. I titolari non sono solo undici, ma tutti quanti. E guardi che non è una frase fatta, visto quello che hanno dimostrato negli ottavi di finale proprio nella partita contro l’Austria: chi entra, decide la partita. Si vince tutti insieme».

BELGIO – «Credo proprio che col Belgio non sbaglieranno. Intendiamoci, loro sono forti. Hanno Lukaku – che è un fenomeno – e chissà se recupereranno anche De Bruyne ed Edin Hazard. Insomma, se sono al primo posto nel ranking Fifa ci sarà un motivo più che valido. Detto questo, abbiamo giocatori in grado di metterli in difficoltà e, contemporaneamente, di stoppare i loro punti di forza». 

INGINOCCHIARSI – «D’accordo con gli Azzurri al cento per cento. Quello che decidono loro, per me è sempre la cosa più giusta da fare». 

MANCATA CONVOCAZIONE – «È stata una giornata difficile. Ci siamo sentiti io e il mister Mancini per parlare della convocazione in Nazionale, ma siamo arrivati alla conclusione che non ce l’avrei fatta ad essere pronto per giugno. Tutto questo anche per rispetto dei miei compagni che hanno giocato l’intero anno mentre io purtroppo, a causa del mio infortunio, non sono riuscito a farlo. Adesso, però, guardo avanti. Il prossimo anno c’è il Mondiale, e non nascondo che stavolta mi piacerebbe davvero esserci». 

CONTINUA A LEGGERE SU CALCIONEWS24

Continua a leggere
Advertisement