Connettiti con noi

Hanno Detto

Zaniolo ammicca alla Juve: «Mi alleno per un top club. Erede di Dybala? Vediamo»

Pubblicato

su

Nicolò Zaniolo strizza l’occhio alla Juve sul mercato. Le dichiarazioni del fantasista giallorosso sul suo possibile futuro

Ai microfoni di Sportweek ha parlato Nicolò Zaniolo.

Le dichiarazioni del fantasista giallorosso, obiettivo di mercato della Juve.

MERCATO – «L’interesse di queste grandi squadre mi fa piacere: se pensano a te vuol dire che vali. Mi alleno ancora più motivato: voglio dimostrare che sia giusto essere accostato a questi top club».

EREDE DI DYBALA – «Leggere che vado alla Juve al suo posto quasi mi imbarazza, mi sembra anche eccessivo essere paragonato a lui. Lui è unico, un giocatore fantastico, fortissimo. Vediamo. La vita è imprevedibile, non si sa mai cosa succede. Io mi alleno. E aspetto».

SCUDETTO – «Non mi aspettavo la corsa finale a due. Avevo dato più chance al Napoli, pensavo che arrivasse in fondo, ma è inciampato in un paio di passi falsi, e quelli li paghi. E se la Juve avesse vinto lo scontro diretto con l’Inter a Torino, avrebbe potuto rimettersi in corsa. Ma alla fine è stato giusto così, che se lo siano giocate Milan e Inter, perché quest’anno hanno dimostrato di essere davvero forti. E sono contento l’abbia vinto Ibra, il mio idolo. Ha riportato il Milan in alto, meritava questo scudetto».

CHIELLINI E NAZIONALE – «Lui è sempre stato il più difficile da superare, è forte fisicamente e fuori dal campo è una persona eccezionale. La prima volta che Mancini mi ha convocato ero giovanissimo, lui già un senatore. È venuto lì a parlarmi, per farmi sentire subito a mio agio. Grandissima persona, professionista, giocatore. Io farò di tutto per convincere Mancini».