Connettiti con noi

Hanno Detto

Zauli: «Tre sconfitte? Ora serve determinazione. Su De Winter, Miretti e Da Graca…»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Lamberto Zauli, allenatore della Juventus U23, ha parlato alla vigilia del match contro il Trento. Le sue dichiarazioni

Ai microfoni di Juventus TV, Lamberto Zauli ha parlato alla vigilia di Juventus U23 Trento.

TRE SCONFITTE DI FILA – «Ho cercato di insegnare ai ragazzi che tutte le partite e i momenti del campionato sono diversi. Venivamo da dei risultati utili prima e cercavo di mantenere alta la concentrazione e la voglia di far risultato sempre. Ora sono arrivate queste tre sconfitte e mi aspetto una partita da una squadra che arriva da tre sconfitte: con la massima determinazione, la grande voglia di fare una buona partita e ottenere un ottimo risultato. Sta nel percorso di questa squadra, in un campionato ci sono momenti positivi e negativi. Dobbiamo far vedere che la squadra sa gestire questi momenti».

A SECCO DI GOL NELLE ULTIME 3«Non è mai un caso niente. Sia le sconfitte e sia il fatto di non fare gol significa che dobbiamo migliorare tante cose. Dobbiamo attaccare con più uomini, più lucidi negli ultimi 20 metri. Ci stiamo concentrando su questo, stimolando i ragazzi ad essere protagonisti nelle due aree. Cercheremo già da domani di fare una partita da squadra, capitalizzando ciò che saremo in grado di costruire».

TRENTO – «È una squadra molto esperta. Conosco l’allenatore, ha vinto il campionato l’anno scorso, sta facendo un buon campionato e fa un gioco propositivo. Dobbiamo affrontarla con il piede giusto sotto il profilo dell’atteggiamento e con la qualità per cercare di fare risultato».

COSA VUOL VEDERE NELLE ULTIME TRE PARTITE DI DICEMBRE«La crescita, la voglia di fare risultato e giocare bene per i compagni. Sono sempre le solite cose che si dicono, ma sono il sale di una squadra. Io e lo staff siamo concentrati per fare in modo che i ragazzi, quando scendono in campo, mettono tutto quello che serve per fare 10/15 anni di carriera».

DE WINTER, MIRETTI E DA GRACA«Parliamo al massimo dei livelli. De Winter addirittura titolare, anche gli altri ragazzi sono entrati. È il calcio mondiale, per noi è una gratificazione immensa, il progetto dell’Under 23 vive e respira grazie all’esperienza di questi ragazzi. Ho parlato anche a tutti gli altri, questa settimana deve essere la spinta per tutti per vivere il sogno che hanno vissuto questi ragazzi. Chi la vive deve spingere ancora di più perché questa non sia una piccola parentesi ma perché sia l’inizio di un grande futuro».