Zironelli: «I ragazzi hanno capito cosa volevo da loro»

zironelli
© foto www.imagephotoagency.it

Il tecnico della Juventus U23 parla al termine della partita casalinga contro il Gozzano. Le parole di Mauro Zironelli

Presentatosi in conferenza stampa dopo lo 0-0 interno contro il Gozzano, Mauro Zironelli ha commentato in questi termini la prestazione dei suoi ragazzi.

MATCH – «Partita più bella? Sì, intanto sono tre partite delle ultime quattro che non prendiamo gol. Il primo tempo non mi è piaciuto, nella ripresa ho messo tre punte ed eravamo più fluidi e penetranti. Stiamo prendendo solidità: continuiamo così sotto l’aspetto dell’ermetismo. Nel secondo tempo mi è piaciuto lo sviluppo del gioco. Non abbiamo trovato il gol ma entrambe le squadre hanno avuto occasioni».

PEREIRA – «Molto meglio nella ripresa, con le due punte siamo più efficaci. Ultimamente abbiamo trovato un po’ di continuità, siamo migliorati sotto l’aspetto della maturità».

CRESCITA – «Siamo molto più equilibrati, abbiamo tarato i tempi di giocata e la squadra si sta man mano abituando ai carichi di lavoro. I ragazzi hanno capito cosa volevo da loro. Questi risultati sono iniezioni di fiducia in vista delle prossime partite. Magari ci aspettavamo qualche punto in più, l’importante è migliorare anche se a volte si va un po’ a rilento».

TOURE – «Non dovrebbe essere nulla di grave, l’affaticamento è di ieri. Ma l’abbiamo tenuto fermo per non rischiare. Oggi ho tenuto in panchina diversi giocatori che avevano giocato con l’Olbia».

CLASSIFICA – «Fai due/tre vittorie e ti trovi ai playoff, fai due tre/sconfitte e ti trovi in fondo. La classifica è corta. In Serie C è sempre così».

ANDERSSON – «È stato massacrato dopo le ultime partite ma ha fatto un unico errore. È un giocatore forte ed è per questo che continuo a metterlo dentro».

GOZZANO – «Non ha mai perso fuori casa. Come l’Olbia era una squadra in forma. Hanno tanti giovani e stanno imparando».