Connettiti con noi

Hanno Detto

Zoff: «L’Italia può battere l’Inghilterra. Loro favoriti? Non conta niente»

Pubblicato

su

Dino Zoff ha parlato della finale Italia Inghilterra che si giocherà domani, ricordando anche un vecchio successo degli azzurri a Wembley

Dino Zoff crede nell’impresa dell’Italia di Mancini a Wembley. L’ex capitano della Juve e della Nazionale, in un’intervista al Corriere della Sera, ha parlato della finale di domani contro l’Inghilterra e non solo.

Le dichiarazioni riprese da calcionews24.

«Come dicono nei film western: cuore caldo e sangue freddo. Anche se quella volta nel 1973 era più difficile…Gli inglesi non li avevamo mai battuti, loro si sentivano ancora depositari del gioco. Wembley era una specie di tempio proibito. Erano altri tempi, era un altro mondo. Ci chiamavano camerieri, sì, pensando di offenderci, ma non sapevano che non c’era modo migliore per caricare un italiano che farlo arrabbiare. Fu una vittoria epocale, quell’impresa ci diede la convinzione che potevamo battere chiunque. Certo, era solo un’amichevole, mentre domenica c’è in ballo un Europeo. Stavolta conta di più. Favorito o sfavorito è solo un giochino vostro, conta poco o niente. Sì, certo, loro giocano in casa, col pubblico, quindi possiamo anche darli per favoriti. Ma noi possiamo batterli, perché non siamo assolutamente inferiori, anzi. Abbiamo qualità, esperienza, carattere. Possiamo vincere, ho grande fiducia».