Connettiti con noi

Hanno Detto

Allegri a Mediaset: «Juve, bisogna fare più gol. Scudetto? Dico questo»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Allegri ha parlato ai microfoni di Mediaset alla vigilia della sfida della Juve sul campo del Chelsea. Le dichiarazioni

Massimiliano Allegri ha parlato ai microfoni di Mediaset alla vigilia della partita contro il Chelsea a Stamford Bridge.

Le dichiarazioni dell’allenatore della Juve.

FONDAMENTALE – «E’ fondamentale perché domani affrontiamo il Chelsea che dopo di noi non ha preso gol, lo ha preso uno forse. Cercheranno di batterci e prendersi al rivincita. Noi sappiamo che vale il primo posto. Soprattutto dobbiamo fare una bella prestazione dal punto di vista tecnico».

MORALE – «Il morale è buono, ma in questo momento, soprattutto in campionato, non dobbiamo assolutamente pensare a tante cose. L’unica cosa da fare è pensare di partita in partita cercando di dare continuità e migliorando quello che stiamo facendo. Poi il resto lo vedremo più avanti».

DYBALA – «E’ convocato e sono contento di averlo a disposizione».

CHE JUVENTUS VEDERE – «Una Juventus che deve fare una partita tecnicamente bella e pulita altrimenti soffriremo troppo la loro pressione. Giocare lì la partita giusta, altrimenti avremo grosse difficoltà. Per me è la prima volta a Stamford Bridge e sarà un’emozione nuova».

DIFESA – «Abbiamo Bonucci, De Ligt, Rugani, De Winter che è convocato ed è un ragazzo bravo. Siamo a posto».

ATTACCO – «Più che cinismo servono lucidità e serenità nel chiudere l’azione perché la squadra crea. Il problema è che spesso sbagliamo l’ultimo passaggio e non chiudiamo l’azione. Sabato paradossalmente con la Lazio abbiamo corso i maggiori rischi quando abbiamo preso subito contropiede da parte loro. Questo non deve accadere e per non farlo accadere bisogna chiudere l’azione e bisogna fare un pochino più di gol».

SCUDETTO – «In questo momento non siamo in grado di credere e pensare allo scudetto. L’unica cosa che c’è da fare è migliorare le prestazioni in fase difensiva e realizzativa e dare continuità».