Connettiti con noi

Hanno Detto

Allegri a JTV: «La mossa tattica ha funzionato. Locatelli? Sta crescendo»

Pubblicato

su

Allegri ha parlato a JTV dopo la vittoria del derby contro il Torino grazie al gol di Locatelli. Le dichiarazioni

Allegri ha parlato ai microfoni di JTV dopo la vittoria della Juve nel derby contro il Torino grazi al gol di Locatelli.

Le dichiarazioni.

PORTA INVIOLATA – «Per la prima volta non abbiamo preso gol ed è un bel segnale, altrimenti avremmo eguagliato la striscia negativa della Juve. Poi contro un Torino diverso dagli ultimi anni, aggressivo e che ci salta addosso».

VITTORIA MERITATA – «Abbiamo sbagliato un po’ tecnicamente nel primo tempo, mentre nella ripresa è andata meglio e mi sarebbe dispiaciuto non vincere. Nonostante un bel Toro, abbiamo meritato la vittoria e abbiamo avuto tante occasioni. Bisogna solo migliorare nell’ultimo passaggio e nelle scelte, ma i ragazzi hanno fatto una bella partita».

LA CHIAVE – «Stiamo capendo che quando c’è da difendere dobbiamo difendere, poi passato quel momento possiamo giocare la partita. E oggi così è stato, i ragazzi sono stati molto bravi sotto questo aspetto e c’è una voglia di arrivare tutti insieme, anche chi entra dopo determina. Questo è molto importante».

LA MOSSA TATTICA – «Mettendo Chiesa falso centravanti e Bernardeschi sotto, giocando più sulla verticale, ci siamo mossi di più e abbiamo dato meno punti di riferimento a una squadra che gioca a uomo».

LOCATELLI – «Finalmente! Aveva tirato alto una bella palla in precedenza, e in generale avevamo avuto almeno 4 occasioni importanti. A parte il tiro di Mandragora da fuori area, abbiamo difeso con ordine e abbiamo fatto la partita che dovevamo. Manuel sta crescendo e sta acquisendo molto bene la posizione davanti alla difesa, riuscendo a giocare sul lungo oltre che sul corto».

DIFESA DI FERRO – «Non abbiamo mai sofferto così come sul Chelsea. Ma anche con Milan e Napoli eravamo migliorati, solo che avevamo sbagliato in determinati dettagli. Sono molto contento».

GLI ANZIANI – «Gli anziani danno dei bei segnali ai più giovani».