Connettiti con noi

Hanno Detto

Cassano: «Sensi meglio di Locatelli. Arthur? Non lo sanno valorizzare»

Pubblicato

su

Antonio Cassano fa una lunga disamina di Stefano Sensi, parlando in questo modo anche di Juve: le sue dichiarazioni

Antonio Cassano fa una lunga disamina su Stefano Sensi ai taccuini de Il Secolo XIX. Le dichiarazioni dell’ex attaccante, che ha parlato anche di Juve.

SENSI – «Per me in questo momento è il centrocampista italiano più forte, qualitativamente e anche di idee. Un calciatore sensazionale. Da top club. Mi aveva colpito quando ancora gioca- va nel Cesena. Poi nel Sassuolo e nell’Inter è esploso. Per me è meglio di Locatelli, di Verratti, di Jorginho, se fossi Mancini non avrei dubbi e ci punterei pesantemente. Deve essere una colonna della Nazionale dei prossimi anni. Il suo punto debole fino a oggi è stato solamente uno, quello fisico. È stato molto penalizzato dagli infortuni».

́PARAGONI – «Come tocco di palla e corsa mi ricorda molto Arthur, per me uno dei pi ù forti al mondo in questo momento. La Juventus forse non lo sa valorizzare. Se invece vogliamo esagerare, e sottolineo esagerare, vedo in lui qualcosa di Xavi e di Iniesta. Ecco, Sensi è un calciatore filosoficamente da Barcellona».