Connettiti con noi

Hanno Detto

Bedy Moratti: «Calciopoli passato spiacevole. La Juve in Supercoppa…»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Bedy Moratti, sorella dell’ex presidente dell’Inter Massimo, ha parlato in vista del match di Supercoppa con la Juve di stasera

Ai microfoni del Corriere della Sera, Bedy Moratti ha così parlato in vista di Inter-Juve.

DOVE SEGUIRE LA GARA – «Ma io vado allo stadio per evitare qualcosa di ancora più complicato, la festa a casa che mi toccherebbe fare! Allo stadio siamo distanziati, con le mascherine… in realtà è tutto complicato in questo periodo. Io ho preso il Covid all’inizio, per fortuna in forma lieve».

6-0 INTER – «Era ovviamente una battuta, una cosa impossibile, difficilissima. Ma, soprattutto sui social, bisogna stare attenti alle battute».

INTER – «Il giovane Inzaghi è veramente bravo, vinciamo e ci divertiamo».

JUVE IN DIFFICOLTA’ – «Ma loro sono sempre fortissimi. Della Juve non ci si può mai fidare, neanche in questo senso. Anche questa è una battuta».

CALCIOPOLI – «Ma no, perché? È il passato, spiacevole soprattutto per chi ne ha fatto parte».

FUTURO – «Assolutamente! Magari arrivo anche ad andare sulla Luna, mi divertirebbe molto… Guardo tutte le serie sugli astronauti. Sono sicura troverei un interista anche sulla Luna, o lo farei diventare io».

GIOIE E DOLORI – «Il triplete, certo. È stato molto bello vedere mio fratello felice… lui non l’ha mai vissuto come un riconoscimento personale, ma come un modo per fare felice la gente. Ma anche le Coppe dei Campioni ai tempi di mio padre, ricordo mio fratello Gian Marco che nei quarti si tuffa dalla tribuna d’onore di Madrid e plana sugli amici. Certo, abbiamo anche perso, la sconfitta a Lisbona col Celtic è stata dura. Il 5 maggio? Una cosa strana, inaccettabile, ma non è tra i ricordi che rivivo, non è volontario ma è così. E forse senza quella sconfitta non avremmo vinto poi il triplete, chissà».