Connettiti con noi

Calciomercato Juve

Acquisti Juve, gli affari per i nuovi arrivati aiutano il bilancio. I dettagli

Pubblicato

su

Gli acquisti di Kaio Jorge, Kean e Locatelli sono stati realizzati con affari che aiuteranno il bilancio della Juve

Quanto influiranno sul bilancio della Juve gli acquisti di Kaio Korge, Kean e Locatelli?  Il giornalista esperto di economia sportiva Marco Bellinazzo, ai microfoni di gianlucadimarzio.com, ha spiegato il peso che avranno gli innesti di mercato, due dei quali definiti sulla base di prestiti biennali.

«Il vantaggio del club con queste formule è che non iscrive a bilancio il costo di cartellino di quel giocatore, che resta di proprietà del club che lo ha prestato. La Juve quindi non si sobbarca nell’immediato l’onere di dover ammortizzare il costo di quel cartellinorinvia di due anni questo ulteriore costo, avendo dunque come costo immediato solo quello del prestito a cui si aggiunge chiaramente l’ingaggio del giocatore. Nel caso del prestito di Kean, se fosse stato fatto subito l’acquisto a 28 milioni più i soldi del prestito (che si presume siano una sorta di anticipo rispetto al prezzo finale), oltre all’ingaggio avrebbe dovuto anche iscrivere un ammortamento. È una formula che consente all’acquirente di andare a spalmare l’impatto economico e rinviarlo addirittura di due anni. Nel 2023, quando scatta l’obbligo, la Juve acquisterà formalmente il giocatore a 28 milioni, dunque oltre all’ingaggio dovrà anche mettere a bilancio il costo dell’ammortamento: il cartellino risulterà 28 milioni, ammortizzato poi sulla base degli anni di contratto».