Connettiti con noi

Hanno Detto

Bonatti: «Col Lecce è mancata concretezza, meritavamo di più»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Bonatti ha parlato a Juventusnews24 dopo il pareggio della Juventus Primavera contro il Lecce. Le dichiarazioni

(Giorgio Ferrero inviato a Vinovo) – Bonatti ha commentato a Juventusnews24 il pareggio rimediato dalla Juventus Primavera contro il Lecce per 1-1.

Le dichiarazioni dell’allenatore bianconero dopo il match.

PORTA STREGATA – «Abbiamo cambiato qualcosa come attacco posizionale tra primo e secondo tempo in base a come venivano a prenderci, trovando molti più spazi. Dispiace, abbiamo avuto tante occasioni da gol. E’ un momento un po’ così. C’è stata un po’ di leggerezza, ma tanto non si può cambiare. Non penso sia mancata la determinazione. Le occasioni sono state nitide, è mancata concretezza. Dispiace perché due palle inattive nelle ultime due partite ci tolgono 4 punti che meritavamo di avere e avrebbero dato una dimensione diversa a quello che stiamo facendo che resta molto positivo, visto le competizioni che giochiamo e il coinvolgimento in profondità di tutti gli elementi della rosa che si sentono protagonisti».

CAMPIONATO – «E’ meraviglioso e equilibrato, può succedere di tutto. Ecco perché dico che quando meritiamo ampiamente c’è dispiacere quando non si vince la partita. Parecchie cose le abbiamo fatte bene, altre no, visto che non abbiamo vinto»

ATTACCO-  «Leonardo era in fiducia, viene da un periodo in cui trova con facilità la rete. Era prevedibile che potesse essere un po’ stanco per i tanti impegni che stiamo avendo. Ho pensato che meritasse fiducia pur sapendo che poteva esserci questo problema. Forse non era particolarmente brillante. Ho scelto di cambiare perché avevamo bisogno di aprirli, andare più in profondità con gli esterni come è avvenuto all’inizio del secondo tempo con un’occasione da gol. In quel modo abbiamo sfalsato il loro blocco basso trovando più spazi».

CHIBOZO – «Ha fatto una buona gara, cerca il gol. Ma più uno lo cerca, più si irrigidisce e diventa tutto più complicato. Invece deve stare sugli obiettivi, comprendere più il gioco, giocare più semplice. Deve mettere cose nel suo percorso di crescita, non soltanto quello in cui è forte come lo strappo e il duello. Deve capire quando andare a duello e quando giocare insieme»

BONETTI – «Andrea ha fatto molto bene oggi, viene da un periodo positivo. Ha avuto un po’ di influenza a metà settimana, pensavo potesse essere più facile per lui esprimersi a partita in corso. Le prestazioni dell’ultimo periodo sono molto positive, deve continuare in questa direzione. Sa rifinire, sa comprendere i ritmi del gioco e sta mettendo anche in fase difensiva una buona copertura. Sono soddisfatto, sta avendo un buon impatto sulla categoria».