Bonucci: «Ajax? una squadra in forma e piena di talento»

bonucci
© foto www.imagephotoagency.it

Il difensore della Juventus Leonardo Bonucci ha risposto ad alcune domande sull’esito dei sorteggi di Nyon. Di seguito le sue parole

Il difensore della Juventus e della Nazionale Italiana Leonardo Bonucci ha risposto ad alcune domande sull’esito dei sorteggi di Champions. Di seguito le sue parole.

AJAX – «La notizia l’abbiamo ricevuta rientrando dall’allenamento appena rimesso piede nello spogliatoio. È stato un sorteggio che sicuramente ci mette davanti una squadra in forma, piena di talento, dinamica e che ha buttato fuori il Real Madrid e questo può bastare per descriverla. Noi siamo pronti a giocarci queste due grandi partite con grande umiltà e con la consapevolezza che dopo questi ottavi di finale vinti in questa maniera possiamo far vivere ancora ai nostri tifosi due grandi serate».

GRANDE TALENTO – «Come ho detto ha giocatori di talento, dinamismo, che hanno voglia di correre e sacrificarsi. Saranno due partite molto intense, ma noi abbiamo dimostrato che abbiamo le carte in regola per giocare a questa intensità. Quindi servirà la Juve vista al ritorno contro l’Atletico perchè è quella la cosa a cui dobbiamo ambire per essere perfetti da qui alla fine della stagione» .

POSSIBILE SEMIFINALE – «Non guardo a questo disegno ma a queste due partite che ci aspettano in chiampions e per arrivarci bene dobbiamo preparare alla grande le quattro partite che mancano in campionato. Poi al resto ci penseremo una volta superato il turno» .

FINALE – «La finale dei sogni? Juve – Genoa».

CRISTIANO RONALDO – «Personalmente mi sono complimentato dicendo che era stato un alieno. È ovvio che il grande merito va a Cristiano ma tutta la squadra è andata sopra le righe martedì, grazie all’entusiasmo dei nostri tifosi, alla voglia di ogni giocatore che è sceso in campo e di chi era in panchina. Abbiamo visto l’esultanza dei nostri compagni che erano infortunati o erano fuori dalla panchina Barzagli, Douglas Costa, De Sciglio, Khedira e Alex Sandro che hanno vissuto meglio di noi la partita. Loro erano ancora carichi dopo i 95 minuti noi invece eravamo stremati nello spogliatoio. C’è grande entusiasmo».

CONSAPEVOLEZZA MAGGIORE – «Credo che dopo questa partita in noi debba cambiare la consapevolezza. Se nelle partite precedenti anche in Champions abbiamo gestito diversamente, adesso abbiamo scoperto una nuova Juventus che sa aggredire e proporre un bellissimo gioco, che corre tutta in avanti e tutta nella stessa direzione. E chi perde palla va in avanti a pressare e questo deve essere l’esempio per le partite che verranno».

IL GENOA – «Il Genoa in casa è sempre un avversario fastidioso che la mette sul ritmo e sull’aggressività. E sicuramente sarà quello che ci aspetterà domenica a pranzo. Da parte nostra questa deve essere la prima delle 4 partite da vincere per avvicinarci allo scudetto».