Champions League: quest’anno per la Juventus sarà la volta buona?

Bandiera Juventus
© foto Pixabay

Riuscirà la Vecchia Signora a conquistare la coppa dalle grandi orecchie?

Agnelli con la lettera agli azionisti lo ha detto senza mezzi termini: l’obiettivo della Juventus di quest’anno èconquistare lo scudetto numero 10, un traguardo pazzesco alla portata dei bianconeri che in Italia, diciamoci la verità, non hanno rivali. Tuttavia tra i tifosi c’è voglia matta di Champions League: la più grande e dolce ossessione juventina, ossia alzare al cielo la coppa dalle grandi orecchie che manca in bacheca dalla stagione 1995-96, stavolta, ne siamo certi, diverràuna piacevole realtà.

Perché affermiamo ciò? Perché la Juventus è finalmente attrezzata per ottenere almeno il “doble” (campionato e Champions League) grazie agli inserimenti di calciatori funzionali a un progetto che ogni anno punta sempre più in alto. Morata è solo l’ultimo importante colpo in ordine di tempo e se arrivasse anche un calciatore di peso ed esperienza internazionale come Džeko, il reparto avanzato diventerebbe uno dei più interessanti in circolazione. Detto questo, non dimentichiamoci che i bianconeri dispongono già del fortissimo Kulusevski, che può giocare sia a metà campo sia con Ronaldo e Dybala in un 4-3-3 tutta fantasia, e hanno ingaggiato un signor regista come Arthur.

Tremate avversari, tremate! Alcuni (non) tifosi staranno storcendo naso perché un top player non si è ancora visto, ma vorremmo ricordargli che c’è ed è CR7: il portoghese più invecchia più diviene decisivo e quest’anno lo sarà ancor di più del solito. Forse avremmo trattenuto Matuidi, che garantiva un’ottima copertura a metà campo, ma la Juventus è comunque attrezzata per fare bene in Coppa Campioni, ovviamente con l’aiuto di un po’ di fortuna che non guasta mai.

Ok il decimo scudetto ma la Champions…

@Pixabay

Concordiamo con Agnelli quando afferma che vincere il decimo scudetto consecutivo non è da tutti, ma quest’anno pretendiamo che la Juventus punti con tutte le sue forze alla Champions League. Essere i più forti in Italia va bene,ma ora è giunto il momento di dettare legge anche in Europa; oggi come oggi le squadre di calcio più forti sono quelle che scrivono pagine memorabili quando c’è di mezzo la coppa dalle grandi orecchie. Ciò premesso, vi ribadiamo quanto detto in precedenza: i bianconeri con l’arrivo di Morata sono una forza della natura anchesela cosiddetta “ciliegina” in attacco aiuterebbe a fare il definitivo salto di qualità.

Visto che Suárez è passato all’Atletico Madrid, l’inserimento di Džeko, prigioniero a Roma, farebbe al caso della Juve di Pirlo che non ha mai nascosto il desiderio di voler allenare il bosniaco. Se il reparto avanzato può essere migliorato, il centrocampo con Kulusevski e Arthurpuò dirsi completo, anche se non ci dispiacerebbe vedere insieme al brasiliano un prospetto come Locatelli, un giovane che secondo noi può crescere e diventare il nuovo Barella. Con il ritorno di Chiellini, l’apporto in campo del solido Bonucci e la forza fisica di de Ligt, possiamo affermare con certezza che la Juventus di quest’anno, giocando compatta come faceva un tempo con Allegri, potrà dire la sua per quanto riguarda i pronostici champions league.

Pirlo dovrà poi essere bravo a curare i dettagli perché solo così si può sperare di vincere la Coppa Campioni.

Occhio a Bayern Monaco, Manchester City, Liverpool e Real Madrid

La Juventus dovrà vedersela con Bayern Monaco, Manchester City, Liverpool e Real Madrid se vorrà porre fine alla sua ossessione più grande. Tra le nostre favorite non abbiamo menzionato il Barcellona, che dovrà essere ricostruito dalle fondamenta dopo l’ultima storica débâcle, e il PSG, squadra piena di stelle che insieme non fanno faville, anche se entrambi possono rivelarsi temibili soprattutto se viene lasciato loro il pallino del gioco. Scusate se ci ripetiamo, ma al di là dei nomi, siamo certi che i bianconeri con le invenzioni di Dybala, con le sgroppate di Cuadrado e con il genio indiscusso di Ronaldo avranno pochi rivali in Europa, figurarsi in Italia dove forse solo l’Inter di Antonio Conte potrebbe dare fastidio al club più scudettato della storia del Belpaese. Abbiamo detto forse non a caso perché nel calcio tutto può succedere, anche che l’Inter arrivi ancora una volta a un punto dai Campioni d’Italia!

Condividi