Chiellini, il rientro del capitano: per lo spogliatoio e per la Champions

Iscriviti
chiellini-juventus
© foto www.imagephotoagency.it

Giorgio Chiellini, il rientro del capitano: l’importanza del difensore per lo spogliatoio e per la Champions League

Era il 30 agosto quando l’allenamento di vigilia della sfida contro il Napoli si rivelò fatale per Giorgio Chiellini. Una rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro e un intervento chirurgico, a cui si è sottoposto nei giorni seguenti, ad arrestare il suo percorso all’inizio della nuova stagione. Poco più di quattro mesi sono trascorsi da quel giorno, e il capitano prosegue nel suo graduale recupero per rientrare sul terreno di gioco

Giorgio Chiellini: l’importanza del rientro del capitano

Il 22 novembre il difensore è tornato a correre sul rettangolo verde, completando un altro step importante nel suo percorso. A margine del Gran Galà del Calcio, poi, ha svelato le sue condizioni fisiche: «Sto bene, ho ripreso a correre: tutto procede per il meglio, mi sto dedicando tanto ma ho veramente uno staff che mi sopporta, supporta, coccola, sono veramente il meglio che potessi avere».

Sarà il vento di primavera, forse, ad avvolgere il capitano per il suo rientro in campo. La sua importanza all’interno dello spogliatoio, comunque, continua a manifestarsi con grande valore. «È bello indossare la fascia ma cambia poco perché mi sono sempre messo a disposizione e ho avuto bisogno del gruppo. Il Capitano sarà importante per noi domani nello spogliatoio visto che è qua»: queste le parole di Leonardo Bonucci, qualche settimana fa, alla vigilia della sfida di Supercoppa contro la Lazio.

Leadership, carisma, autorità. Tre sfumature che colorerebbe la stagione bianconera e i primi mesi del 2020 di una tonalità ancor più accesa, con gli importanti risultati tra campionato e Champions League già ottenuti fino a questo punto. Per il momento decisivo della stagione, però, la presenza di Chiellini risulterà fondamentale.

Condividi