Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Allegri post Juve Genoa: le dichiarazioni

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza stampa Allegri post Juve Genoa: le dichiarazioni del tecnico bianconero dopo la partita dello Stadium

(inviato all’Allianz Stadium) – Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa dopo Juve-Genoa.

ATTACCANTI – «Devono stare sereni gli attaccanti, così come tutta la squadra: i gol nelle gambe li abbiamo e quindi li faremo. Con la partita di stasera possiamo solo migliorare il rapporto occasioni create e gol fatti. Un altro sapetto positivo è che i ragazzi hanno fatto una partita divertente, senza concedere occasioni al Genoa. La cosa che mi è piaciuta è stata che abbiamo aggredito la partita. Con calma, ci vuole pazianza, dmercoledì dobbiamo chiudere la Champions e concentrarsi sulle partite di campionato».

PELLEGRINI – «Pellegrini l’ho tolto perché era ammonito e perché in quel momento si rischiava di rimanere in 10, allora ho messo Alex Sandro. Sono contento perché ha fatto una bella prestazione».

MORATA E KEAN – «Sono contento di tutta la squadra, ci siamo mossi bene anche quando loro hanno alzato l’intensità. Ci sono tutti i presupposti per lavorare meglio, soprattutto in questo periodo in cui possiamo lavorare di più».

SQUADRA – «Stasera non c’è da fare appunti a nessuno: i ragazzi hanno fatto una buona partita sia tecnica, che fisica, che mentale. Sa chi ha giocato dall’inizio e chi è entrato».

DYBALA – «Dybala ha fattto una bella prestazione. Ha bisogno di un punto di riferimento in avanti, ma non ora, da sempre. Sta crescendo di prestazioni e in futuro potrà fare anche meglio».

REAZIONE MORATA AL CAMBIO – «Sapevo che era nervoso, in quel momento lì gli ho detto: ‘ti ho tolto perché se no prendevi un’altra ammonizione’, lui mi ha risposto: ‘ma non ho fatto niente!’. Ho capito che non hai fatto niente, ma se prendi un’ammonizione e sei nervoso che devo fare? e l’ho tolto. Non c’era nessun problema. Poi si è calmato e non è successo niente».

SQUADRA EQUILIBRATA – «Stasera con questi giocatori in campo siamo più equilibrati, con due mancini che danno ampiezza a sinistra, dall’altro lato abbiamo due giocatori che fanno giocate più dentro al campo».

CHIELLINI AL POSTO DI BONUCCI – «Bonucci negli ultimi due anni ha giocato una quantità industriale di partite e aveva bisogno un po’ di riposare. Chiellini arrivava da un periodo di stop, stava bene e quindi ho preferito fare giocare lui. Ho cambiato un solo uomo perché la suqadra ha fatto bene, era giusto non cambiare e siamo andati avanti con questi».

TIRO CUADRADO E TRE MANCINI – «Cuadrado voleva tiare e fare gol. Tre mancini dietro a Dybala? Ne abbiamo un po’, poi ho messo anche Rabiot per non farsi mancare niente! (ride ndr)».