Allegri: «Domani gioca Ronaldo. L’ottavo scudetto va festeggiato»

conferenza stampa allegri
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Allegri: il tecnico livornese parla alla vigilia del match contro la Fiorentina. Le parole dell’allenatore

L’enorme delusione dell’eliminazione in Champions per mano dell’Ajax è troppo recente per essere messa da parte, ma la Juventus ha uno scudetto da andare a riscuotere. Massimiliano Allegri ha parlato nel venerdì di vigilia del match contro la Fiorentina, sfida che potrebbe consegnare ai bianconeri l’ottavo scudetto consecutivo.

SCUDETTO«Dobbiamo chiudere lo scudetto, l’eliminazione in Champions va accettata. Non si può tornare indietro e non dobbiamo cercare giustificazioni o alibi. Questo è un metodo che usa chi non vince. Lo scudetto è ancora da vincere, manca un punto. Da quel momento in poi programmeremo il futuro. La vita va avanti, così come il calcio. Ora pensiamo al campionato. Dopo aver vinto lo scudetto ci rimarranno 5 partite, se dovesse essere domani. La Juventus dovrà lavorare per fare belle prestazioni in gare difficili. Domani, in caso di scudetto, dovrà essere una giornata celebrativa. Se dovessimo vincere il campionato dobbiamo festeggiare perché sarà un traguardo meritato. L’ottavo scudetto deve essere motivo di orgoglio, domani deve essere una festa, godendoci ciò che c’è da goderci. Andare allo stadio domani con la negatività della Champions e non festeggiare lo scudetto non ha senso».

FUTURO«Ho ancora un anno di contratto. Fino ad ora non abbiamo parlato di niente perché eravamo concentrati sulla Champions. Prima di tutto dobbiamo festeggiare lo scudetto quando lo vinceremo. La stagione è stata comunque grande perché dopo lo scudetto avremo vinto il 50% dei trofei. Le riflessioni sono molto semplici da fare. Bisogna guardare l’annata e capire cosa non è andato, per tornare indietro e migliorare. Io dico che quest’anno abbiamo fatto un grande lavoro».

INFORTUNATI«Abbiamo degli infortunati certi. Perin e Khedira si operereranno, Mandzukic difficilmente lo riavremo prima della fine. Dybala sarà fuori 20 giorni. Douglas Costa se va bene 10 giorni. Chiellini forse tornerà con l’Inter. Caceres sta fuori 10 giorni. Barzagli sta meglio. Saremo 14/15 fino a fine stagioneAbbiamo giocato una Coppa Italia a Bergamo con Barzagli e Bonucci infortunati e Chiellini che si è fatto male dopo 10 minuti. Benatia aveva chiesto di andar via e non è voluto scendere in campo. È normale che se giochi e ti mancano tutti questi difensori, come anche ad Amsterdam, è un problema, ma non puoi fare niente, devi giocare. Quest’anno abbiamo avuto vari problemi con Emre Can, Khedira, Douglas Costa… I ragazzi devono essere orgogliosi dell’annata che hanno fatto».

CHAMPIONS«Quando succedono queste cose si può dire tutto. Ho sempre detto che con l’arrivo di Ronaldo la Champions non era matematica. L’anno prossimo ascolterò le nozioni di chi in questi giorni ha dato tutti questi consigli… Bisogna ascoltare tutti. La Juventus gioca tutti gli anni per vincere tutte le competizioni, quindi direi che abbiamo giocato e siamo arrivati a giocarci i quarti non nelle migliori condizioni. Abbiamo perso e siamo andati a casa. Il Barcellona quest’anno gioca una semifinale dopo 4 anni. Il calcio non è una scienza esatta, ci sono tante componenti. Siamo dispiaciuti perché volevamo arrivare in fondo alla Champions, ma siamo vicini ad un traguardo storico».

AJAX«Martedì abbiamo giocato meglio che ad Amsterdam, ma le 4 palle perse hanno fatto sì che l’Ajax facesse una partita straordinaria. Bisognava fare comunque meglio in certe situazioni, ma inutile parlarne ora, il risultato non cambia. Dopo la partita ho riguardato la gara e mi ha confermato quello che ho visto».

JUVENTUS FIORENTINA«Domani giocherà la formazione migliore, perché fin quando non c’è la matematica bisogna giocarsela fino in fondo. A Ferrara abbiamo perso la possibilità di vincere lo scudetto a 12 minuti dalla fine. Oggi ci alleneremo alle 17 e poi andremo in ritiro, sperando che sia l’ultimo di quest’anno. Domani abbiamo Cuadrado che partirà titolare, per il resto vedremo. Dovrà essere una bella giornata».

RONALDO E CANCELO«Ronaldo ha fatto una stagione straordinaria, domani giocherà. Cancelo è un giocatore importante ma deve migliorare, dipende solo da lui se diventerà il terzino più forte al mondo».

CRISTIANO RONALDO«Ronaldo è il futuro della Juventus. Quest’anno ha fatto benissimo e sarà così anche l’anno prossimo. Anche lui, come tutti noi, è deluso per l’eliminazione dalla Champions, ma è sereno. Il calcio è fatto di gioie e amarezze».