Conferenza stampa Pirlo post Juve-Sassuolo: le parole dell’allenatore

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Conferenza stampa Pirlo post Juve-Sassuolo: le parole del tecnico dopo la sfida valida per la 17esima giornata di Serie A

(Inviato all’Allianz Stadium) – Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa dopo la partita tra la sua Juve e il Sassuolo. Di seguito riportate le sue dichiarazioni.


SEGNALE – «È un segnale per noi, dovevamo dare continuità per continuare questa cavalcata. Abbiamo sofferto per mancanza di concentrazione, pensavamo fosse chiusa. Quando sei pigro vai incontro a queste sorprese. E poi abbiamo dovuto faticare per vincerla».

RABBIA – «Mi sono arrabbiato, l’ho detto ai ragazzi e lo rifarò domani. Non può succedere, le partite sono troppo importanti e vanno gestite da squadra matura. Invece abbiamo cali di attenzione».

INFORTUNI – «Preoccupano assenze e infortuni. Adesso valuteremo le condizioni di Dybala e McKennie. Dybala ha avuto un problema al collaterale del ginocchio. McKennie aveva sentito qualcosa già ieri e oggi ha risentito tirare».

MENTALITA’ – «C’è da preoccuparsi perché rimaniamo in pochi con tante partite ravvicinate. Le vittorie si costruiscono col lavoro e il sacrificio di tutto. Dopo il Torino abbiamo capito che per vincere serve concentrazione massima e voglia di portare a casa le vittorie»

CHIELLINI – «Mercoledì giocherà, si è allenato con regolarità dopo la sosta. Potrà mettere minuti nelle gambe».

11 CONTRO 10 – «Abbiamo gestito male la superiorità. Avevamo avuto le nostre occasioni anche nel primo tempo. Poi siamo stati bravi ad andare in vantaggio ma dovevamo gestirla meglio per trovare il varco giusto e andare a botta sicura. Invece ci siamo rilassati e quando ti rilassi può succedere di tutto».

CAMPIONATO PIU’ DIFFICILE – «Quello più complicato per tanti motivi, ci sono tante partite ravvicinate e non c’è stata preparazione. In più c’è la pandemia che porta via giocatori all’improvviso. Ma è così anche all’estero, ci siamo adattati e continueremo a farlo»

Condividi