Connettiti con noi

Hanno Detto

Conferenza stampa Zanetti post Venezia Juve: le dichiarazioni

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

Conferenza stampa Zanetti post Venezia Juve: le dichiarazioni del tecnico dopo la partita del Penzo

Paolo Zanetti ha parlato in conferenza stampa dopo Venezia-Juve.

RIPARTIRE – «È il modo migliore per farlo, abbiamo sofferto tantissimo insieme ai nostri tifosi. Fare punti oggi l’avevamo detto che sarebbe stato un sogno: non sposta molto in classifica ma vuol dire tanto per chi c’era davanti, una squadra fortissima. La Juve ha avuto le sue occasioni, ma questo Venezia se l’è giocata a viso aperto, rischiando qualche contropiede. Questa è la mentalità che voglio. A fine primo tempo eravamo sotto e serviva una grandissima reazione, l’avvio della ripresa è stato d’alto livello».

PUNTI PERSI«Ovviamente il rammarico c’è perché in quelle gare potevamo fare punti, le abbiamo perse in modo rocambolesco, anche immeritatamente sotto alcuni aspetti. Serve tempo forse e bisogna anche cadere in malo modo ma l’importante è reagire».

SCAGLIATO VIA PALLONE CON RABBIA «So cosa significa per quella che è stata la mia carriera stare nelle difficoltà, quindi io sono fatto così, voglio fare di tutto per reagire, anche perché abbiamo sbagliato cose semplici. Come gruppo siamo alla ricerca di un equilibrio che ci permetta di avere una buona produzione. Chiaro che davanti c’erano Bonucci e De Ligt, ma molto lo fa la testa. Spero i ragazzi lo abbiano capito e arrivino a reagire sempre».

JUVE«È una squadra capace di fare filotto, ha giocatori fortissimi, quindi è destinata ad arrivare in alto, la vedo in linea con le altre big, può recuperare il terreno perso. Chiaro che rispetto agli anni precedenti ho visto squadre impressionanti come Atalanta, Inter, Napoli e Milan. La Juventus però ha tanti campioni, non mi posso permettere di giudicare da esterno se non dire che le capacità per tornare in alto le ha tutte».