Emergenza Coronavirus, Burioni: «Non servono tamponi di massa»

© foto www.imagephotoagency.it

Roberto Burioni, noto virologo, fa il punto settimanale sul Coronavirus: ecco le sue parole dopo il bollettino di oggi

Roberto Burioni, noto virologo, è intervenuto a “Che tempo che fa”, facendo il punto sull’emergenza Coronavirus e anche sul bollettino odierno.

BURIONI – «E’ un segno molto tenue ma ci autorizza a pensare che tutti i sacrifici che stiamo facendo sono utili. Ma ci invita anche a essere ancora più rigorosi: se molliamo minimamente, sono guai grossi. Viviamo in una situazione molto frustrante: vediamo i risultati dei nostri comportamenti tra 14-20 giorni. I dati che ci hanno terrorizzato erano dovuti a quella settimana sprovveduta. Tamponi di massa? Non è necessario. Tutti dobbiamo comportarci come se la persona che abbiamo davanti sia infettivo. Il problema di questo virus è che il paziente è infettivo due giorni prima dei sintomi. Vanno fatti a chi ha avuto la sintomatologia, adesso sta bene e deve uscire. Deve essere sottoposta a due tamponi per essere certi che non abbia più la malattia».