Incontro a Roma sulla lealtà sportiva e sulla negazione di ogni discriminazione

gravina
© foto www.imagephotoagency.it

È andato in scena un incontro a Roma dedicato al supporto della lealtà sportivo e alla negazione di ogni forma di discriminazione

Quest’oggi si è svolto un incontro a Roma dedicato ai temi dell’Integrity, dell’antirazzismo e dell’inclusione. Il terzo programma di formazione della FIGC è stato organizzato nella sala stampa dello Stadio Olimpico e ha coinvolto i rappresentanti di tutte le società di Serie A, Serie B e Lega Pro.

Come si evince dal sito ufficiale della FIGC, l’incontro è stato aperto dal segretario del Settore Giovanile e Scolastico, Vito di Gioia, che ha premiato i nove club che si sono distinti nell’ultima edizione del programma formativo ‘Il Calcio e le Ore di Lezione’.

Jochen Kemmer, Project Manager del CAFE, ha supportato l’idea di garantire ai tifosi disabili delle 55 federazioni europee di assistere alle partite senza ostacoli o barriere. Dopo l’intervento legato al tema del match fixing di Davide Diamare, la giornata si è poi chiusa con le parole del Media Content Director dell’Inter, Matteo Pedinotti, con la sua campagna contro il razzismo.