Connettiti con noi

Hanno Detto

Jacobelli: «Confermerei Pirlo. Futuro Ronaldo? Vi spiego la situazione»

Pubblicato

su

Xavier Iacobelli ha parlato ai microfoni di Sky Sport, analizzando il finale di stagione della Juve e le scelte future del club

Il direttore di Tuttosport Xavier Jacobelli ha parlato del presente e del futuro della Juve nel corso di un intervento sugli schermi di Sky Sport. Le sue parole.

COPPA ITALIA – «La Juve ieri ha fatto la Juve, come non era successo in altre stagione. Nel secondo tempo ha mutuato la lezione dell’Atalanta del primo tempo. Più che mai votata a conquistare la 14 esima coppa Italia, consapevole del significato della vittoria anche per Andrea Pirlo, che si è augurato di rimanerne alla guida. La presenza di John Elkann non è stata casuale e non poteva passare sotto silenzio. Ora la Juve deve vincere col Bologna aspettando buone notizie dagli altri campi».

PIRLO – «Non mi permetto di suggerire ma confermerei Pirlo, alla prima panchina della vita, ha dimostrato, nonostante gli errori commessi non solo da lui, ha sempre avuto l’onestà intellettuale di non cercare scusanti, ma di metterci la faccia, ieri sera c’è stata una grande dimostrazione di fiducia. Nonostante che questo era  stato definito l’anno di transizione, ha vinto le due coppe nazionali ed è in corsa per la Champions. Per questo lo confermerei».

RONALDO – «Credo che l’ultima decisione spetterà a Ronaldo e la prenderà lui. Il ronaldo altruista di ieri sera, che ha festeggiato con i suoi compagni, è tentato di rimanere alla Juventus anche se dovesse partecipare all’Europa League. Non è certamente una questione economica arrivati a questo punto. Penso sia sono una questione di tempo».

CHAMPIONS – «Sarà un’Atalanta che cercherà di lottare per ottenere un secondo posto che sarebbe storico. La partita del Milan si preannuncia tanto ardua quanto delicata. Il Napoli invece sta molto bene, non ho mai capito la ragione delle critiche ingiuste ricevute da Gattuso. Il suo nome ha preso molta quota come possibile alternativa a Pirlo».