Juve Genoa: le tre cose che non hai notato

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Juve Genoa: le tre cose che non hai notato della partita dell’Allianz Stadium. Gli episodi curiosi sfuggiti all’attenzione dei più

Juve-Genoa: le tre cose che non hai notato. Oltre la vittoria ai supplementari, oltre al gol di Rafia, oltre l’intesa Morata-Kulusevski. Tre episodi sfuggiti all’attenzione dei più.

1. Rovella chiede scusa a Chiellini

Prime battute del match, Rovella – destinato a vestire la maglia bianconera – entra in ritardo su Chiellini. Scuse immediate del centrocampista al capitano della Juve, rovinato a terra. Poi anche l’abbraccio tra i due, meglio non compromettere i rapporti

2. Morata fa il ds con Scamacca

Prima dell’inizio del secondo tempo Morata parlotta con Scamacca nel cerchio di centrocampo. I due scherzano, si sorridono: che Alvaro abbia provato a rubare il mestiere a Paratici?

3. Cristiano Ronaldo, riscaldamento col giaccone

Forse non si aspettava di entrare. Chiamato da Pirlo a scaldarsi dopo il 2-2 del Genoa, Cristiano ha svolto qualche esercizio a bordocampo col giaccone ancora addosso, probabilmente infreddolito. Alla fine CR7 è entrato e il suo contributo l’ha dato eccome

Condividi