Juve, impennata Champions: ottavi, ricavi e sorpasso nel ranking

Iscriviti
© foto Juventus

Juve, impennata Champions: ottavi, ricavi e sorpasso nel ranking. Ma la scalata europea del club bianconero non finisce qui

Per il settimo anno consecutivo la Juventus si è qualificata agli ottavi di Champions League. Un risultato straordinario che certifica lo status ormai consolidato di super potenza europea della squadra bianconera. L’ultima eliminazione alla fase a gironi risale infatti al 2013, quando in panchina c’era ancora Antonio Conte e la Juve capitolava contro il Galatasaray ad Istanbul. Di acqua sotto i ponti ne è passata e da quel momento la storia è cambiata: i bianconeri sono passati dal ventesimo al quarto posto del Ranking Uefa, una posizione raggiunta qualche settimana fa grazie al sorpasso in graduatoria sull’Atletico Madrid.

Il ranking UEFA per club aggiornato

1 Bayern München (GER) 117,000
2 Barcellona (ESP) 112,000
3 Real Madrid (ESP) 108,000
4 Juventus (ITA) 107,000
5 Atlético Madrid (ESP) 106,000
6 Manchester City (ENG) 100,000
7 Manchester United (ENG) 95,000
7 Paris Saint-Germain (FRA) 95,000
9 Sevilla (ESP) 88,000
10 Liverpool (ENG) 87,000

Ricavi Champions: ossigeno per le casse bianconere

Le recenti buone prestazioni europee hanno permesso alla Juventus di guadagnare ricavi importati grazie ai premi Uefa. Quest’anno in particolare, visto il periodo di crisi che sta vivendo il calcio, sarà importante provare a protrarre il proprio cammino il più possibile nella massima competizione europea per club. In questo senso nella stagione corrente già sono stati raccolti 32,9 milioni. Così suddivisi: 15.3 sono i milioni per la presenza nella fase a gironi, 8.1 i milioni per le tre vittorie e 9.5 quelli per l’accesso agli ottavi. Con due gare ancora da giocare, la Vecchia Signora potrebbe conquistare potenzialmente altri 2.7 milioni per vittoria o 900 mila euro per pareggio. Arrivare fino in finale significherebbe arricchire le casse del club con altri 38 milioni (10, 5 per i quarti, 12,5 per la semifinale, 15 per la finale più altri 4 per la vittoria finale). Il tutto senza ricorrere agli incassi del botteghino che, nella migliore delle ipotesi, potrebbero sostenere la società – anche se in maniera ridotta – nella seconda parta dell’annata.

LEGGI ANCHE: Addio Maradona: l’eleganza e la bellezza del saluto della Juventus

Condividi