LAVAGNA TATTICA – Le differenze nel pressing tra Sarri e Allegri

juve sarri
© foto www.imagephotoagency.it

La Juve di Sarri vuole difendere in modo opposto rispetto a quella di Allegri. I dati mostrano il cambio di atteggiamento

Come detto da Chiellini qualche mese fa, la Juventus sta provando a rivoluzionare il proprio spirito difensivo. Con Allegri, i bianconeri si esaltavano nella difesa di posizione, quasi si “godeva” per un intervento nella propria area di rigore. C’era la volontà di lasciare più palla agli avversari e coprirsi nella propria trequarti (quasi sempre con il 442).

Con Sarri, invece, l’intenzione è quella di vedere una Juve più proattiva nel pressing, che cerchi di recuperare palla il prima possibile. C’è un indice molto interessante che si chiama PPDA: in poche parole, misura quanti passaggi vengono concessi all’avversario in una determinata zona del campo prima di intraprendere un intervento difensivo. Più basso è, prima si tenta di recuperare palla. Ebbene, la Juve di Allegri aveva valori molto alti: l’anno scorso era 9.77, mentre nel 2017-2018 addirittura 10.68. Al contrario, in questa stagione la Juve ha uno degli indici PPDA più bassi della Serie A: 7.87. Dato che simboleggia la trasformazione dei bianconeri.