Lippi: «Juve favorita in Champions, io simile ad Allegri»

© foto www.imagephotoagency.it

L’ex tecnico della Juventus parla in avvicinamento alla sfida di Champions tra i bianconeri e l’Ajax. Le parole di Marcello Lippi

Intervistato da Sky Sport, Marcello Lippi ha presentato così Ajax-Juve.

JUVE DEL ’96 – «Analogie tra questa e quella Juve? No, sono passati troppi anni, è difficile paragonare due squadre di epoche diverse. L’unica cosa che rimane è la voglia di vincere di questo club. Anche per l’Ajax la filosofia è la stessa: costruiscono fior di giocatori e poi li vendono. Cercano il gioco offensivo e propositivo»

JUVE AD AMSTERDAM – «Ad Amsterdam non è mancato niente. Loro non buttano mai via la palla e pressano. La Juve ha portato a casa il risultato che le serviva. Speriamo non manchi niente anche domani sera».

SOMIGLIANZE CON ALLEGRI – «Siamo toscani tutti e due. Siamo andati tutti e due a 46 anni in una grande squadra. e vincemmo subito lo scudetto. Anche dal punto di vista tecnico ci sono delle somiglianze, a tutti e due piace».

RONALDO – «Il mio Ronaldo? Ne ho tanti: Montero, Tacchinardi, Peruzzi, Conte, Di Livio, Torricelli. Sono importanti i fuoriclasse ma anche lo zoccolo duro. Certo che mi sarebbe piaciuto allenarlo, è uno che fa più gol che parite. Lui diventa vero valore aggiunto quando tutta la squadra si esprime al 100 percento. Scegliere tra lui e Messi? Sarebbe impossibile».

JUVE FAVORITA – «Una delle. Posso dire che la Juve è alla pari con le tre/quattro squadre che possono vincere».