Connettiti con noi

Hanno Detto

Marotta: «Conte, Vlahovic e Agnelli: dico tutto»

Pubblicato

su

Ascolta la versione audio dell'articolo

L’ex dirigente della Juve Marotta ha parlato di Conte, Vlahovic e Agnelli ad un incontro con un Inter Club. Le dichiarazioni

Giuseppe Marotta ha partecipato ad un incontro con un Inter Club in cui ha parlato anche di Conte, Vlahovic e Agnelli.

Le dichiarazioni dell’ex dirigente della Juve.

CONTE – «Il bello del calcio è questo, ci sono avvicendamenti continui. A Conte riconosciamo il merito di aver tracciato una strada fatta di valori e importanza della vittoria. Non posso che riconoscere questi valori. Buonuscita? Bella domanda, ma è acqua passata. Parliamo del presente».

VLAHOVIC – «Vlahovic è un attaccante moderno, grande talento. C’è un aspetto di conflittualità con la Fiorentina ma spero si risolva perché mi rendo conto che è brutto per una società vedersi sfilare un patrimonio cresciuto anche grazie alla società stessa. Sarebbe bello possano continuare. Posso dire che rappresenta uno dei giovani più interessanti del campionato italiano. Dico anche che davanti abbiamo esperienza e gioventù, con una qualità elevata».

AGNELLI – «Agnelli ha fatto bene a mandarmi via? C’è un ciclo per giocatori e allenatori, è giusto ci sia anche per i dirigenti. Sono molto contento di essere all’Inter. Andavo a vederla ad Appiano Gentile in bici da casa, era la Grande Inter e mi ricordo tante partite viste. Allora c’era l’usanza delle milanesi di andare in ritiro a Como o Varese. Al sabato si andava negli alberghi. Ho conosciuto Suarez che avevo 10 anni. Da piccolo tifavo Varese e se sono qui oggi lo devo a quella società. Da lombardo vedevo Milan e Inter a San Siro, oppure sulla tv Svizzera».

CONTINUA A LEGGERE LE PAROLE DI MAROTTA SU INTERNEWS24