Connettiti con noi

Hanno Detto

De Ligt a Dazn: «Delusi dal risultato. Scudetto? Pensiamo a noi»

Pubblicato

su

Matthijs De Ligt, ai microfoni di Dazn, ha parlato dopo il pareggio di questa sera tra Juve e Atalanta: le dichiarazioni

Matthijs De Ligt ha parlato ai microfoni di Dazn dopo Atalanta-Juve.

MURO – «Faccio il mio lavoro che è quello di difendere la porta».

PARTITA – «Oggi è stata una partita difficile per noi, l’Atalanta è una squadra forte. Una partita con due squadre che hanno voglia di vincere e alla fine abbiamo giocato tutti così. Per i tifosi penso sia stata una bella partita da vedere. Alla fine noi siamo un po’ delusi, abbiamo perso due punti come l’Atalanta. Ma questo è il calcio».

TIRO BOGA – «Mi ha colpito al costato, non l’ho toccata con il braccio. Ero tranquillo, ho sentito dove mi ha colpito e sono andato avanti a giocare».

VLAHOVIC – «Penso che il suo arrivo sia stato molto importante, non solo per le caratteristiche ma anche perchè ora Dybala ha più libertà per giocare, per fare gli uno-due e le sponde. Lui segna tanto ma per il gioco che abbiamo ci dà una grande mano ed è la cosa più importante».

GOL MALINOVSKYI – «Gliel’ho detto “come è possibile che tiri da 30 metri e fai gol?”. Sono rimasto deluso per il fallo fatto, volevo prendere palla e alla fine ho preso anche lui. Non avrei mai pensato che da 30 metri avrebbe fatto gol, ma è nelle sue qualità».

SCUDETTO – «Oggi è stata una gara importante, contro una squadra a noi vicina e pensiamo partita dopo partita è la cosa più importante. Pensiamo solo a noi, guarderemo alla fine come andrà».