Moggi: «Collina va contro l’Italia: designato arbitro non all’altezza» – ESCLUSIVA

© foto Antonio Paolino e Luciano Moggi

L’ex dirigente bianconero, nella consueta diretta col direttore di Juventus News 24 Antonio Paolino, sviscera i temi più interessanti del giorno dopo Real Madrid-Juventus. Le verità di Luciano Moggi

Ecco le dichiarazioni più succulente rilasciate dall’ex dirigente bianconero dopo la quasi impresa della Juventus a Madrid. Luciano Moggi in diretta sullla pagina Facebook di Juventus News 24 insieme ad Antonio Paolino.

REAL-JUVE – «La qualificazione è stata compromessa nella gara di andata e dall’episodio del rigore. L’impresa della Roma è stata favorita da un arbitraggio che ha permesso questo tipo di rimonta. Non puoi dare un rigore del genere in quel momento della partita. Se l’arbitro fosse stato sicuro della propria scelta avrebbe espulso Benatia. A parti invertite non avrebbe dato penalty. La Juventus ha fatto una prestazione superlativa».

COLLINA – «Condivido le dichiarazioni di Agnelli. Collina è un politico che va contro l’interessi dell’Italia. L’arbitro designato non era all’altezza».

POTERE REAL – «È un potere d’immagine ma non si può parlare di malafede. Gli arbitri si influenzano da soli al Bernabeu».

RIGORE – «È molto dubbio ma l’arbitro ha sbagliato a darlo visto che mancavano 30 secondi alla fine».

DICHIARAZIONI POST PARTITA – «Le parole a caldo sono così: rabbiose. A volte è impossibile trattenersi».

AGNELLI – «Andrea è stato un signore: avrebbe potuto dire anche di più. Dopo un paio di anni i designatori andrebbero cambiati».

BUFFON – «È un capitano vero, non posso giudicare la sua reazione. Le dichiarazioni in un dopo partita infuocato non si dovrebbero fare. Ma Buffon, secondo me, ha pienamente ragione».

MERCATO – «Non credo alla suggestione Morata, la Juventus deve rinforzarsi a centrocampo. Caldara, invece, è un grande rinforzo per la difesa».

ALLEGRI – «Allegri è l’uomo giusto per il futuro Juve. Ha commesso degli errori, ma il suo palmares parla per lui».

EMRE CAN – «Ha detto una cosa che non mi è piaciuta quando ha dichiarato che vuole la Serie A o la Liga. Un giocatore non dovrebbe avanzare richieste. È un profilo valido ma non determinante».

VAR – «Non avrebbe aiutato nell’episodio del rigore. Quella deve essere esclusivamente una decisione dell’arbitro».

DYBALA – «Non è un campionissimo. Fa la differenza in Italia, in Europa è tutta un’altra storia».

Articolo precedente
de sciglioInfortunio De Sciglio, ecco il comunicato della Juventus
Prossimo articolo
Qui Vinovo, lavoro di scarico per la Juve: Barzagli e Bernardeschi in gruppo