Ntenda: «Quando ho letto il messaggio tremavo. Ronaldo fantastico»

Iscriviti
© foto www.imagephotoagency.it

Le dichiarazioni del giovane terzino della Juventus, Jean-Claude Ntenda, sul suo approdo in bianconero e sul passato al Nantes

Jean-Claude Ntenda, giovane terzino della Juventus Primavera, ha parlato a Onzemondial, raccontando la sua esperienza in bianconero e non solo. Ecco le sue parole.

LA JUVE – «Ero nella mia stanza tranquillo. E all’improvviso il team manager mi manda un messaggio dicendo: ‘Domani ti alleni con la prima squadra, ecco l’ora e il luogo’. Quando ho letto il messaggio, tremavo, avevo i brividi, il mio cuore batteva molto velocemente. Ero così felice, è successo solo tre settimane dopo la firma. Durante gli allenamenti mi sono sempre trovato di fronte a Douglas Costa. Non è stato facile, ma ho cercato di essere all’altezza. Nel mio corridoio a volte giocavo con Cristiano Ronaldo. È stato fantastico».

IL NANTES – «Non mi sono mai allenato con i professionisti, e nemmeno con le riserve, solo nell’U19. A volte ero frustrato perché ero nella squadra della Francia. E quando parlavo con gli altri, erano tutti felici, si erano allenati tutti con i professionisti. Ero quasi l’unico a non essere mai stato aggregato. Mi sono rassicurato dicendomi: ‘Finché mi convocano in nazionale, va tutto bene’. Stavo mostrando cose buone a Nantes, pensavo di essere a un buon livello per andare con la seconda squadra».

LEGGI ANCHE: Ultimissime Juve 30 novembre: le notizie bianconere di oggi

Condividi