Pagelle Juve-Genoa Primavera: Frederiksen di potenza, Penner la chiude VOTI

portanova
© foto www.imagephotoagency.it

I voti ed i giudizi ai protagonisti del match di scena a Vinovo tra bianconeri e Grifoni: Pagelle Juventus-Genoa Primavera

Le pagelle dei protagonisti del match di scena a Vinovo tra la Juventus e Genoa PrimaveraLA CRONACA DEL MATCH

Loria 6.5 – Pochi brividi corsi nel primo tempo, con una normale amministrazione del portiere bianconero. Gioca tanto coi piedi, mostrando ottime doti nell’impostazione. Nella ripresa erige un muro, opponendosi prima con un volo d’angelo su Ventola e poi sul tap-in di Micovschi.

Bandeira 6.5 – Quando accelera è sempre un avversario ostico da limitare. Due sovrapposizioni e due cross interessanti per il terzino portoghese e una traversa che trema ancora nel finale.

Anzolin 6.5 – Più qualità e sostanza sull’out mancino. Il numero tre è partecipe delle trame offensive bianconere, supportando i compagni in avanti con frequenza.

Vlasenko 7 – Un’altra iniezione di fiducia per il difensore classe 2001. Pulito, attento, ordinato: rischia poco e nel finale di primo tempo salva un gol già fatto su Ventola.

Makoun 6 – Un rientro importantissimo nel centrocampo della Juve. Il numero cinque prende subito posizione in mediana, scandendo il ritmo di gioco con la sua intelligenza. Dal 56′ Morrone 6 – Coordina le azioni di gioco con la sua fantasia e la sua leadership. Sempre un punto di riferimento in mezzo.

Capellini 6.5 – La mente della difesa. Da vero playmaker, ha l’ampia visione del campo dalle retrovie, innescando i compagni con i suoi lanci millimetrici.

Francofonte 6.5 – Che prova generosa! Sempre in ripiegamento, sempre in aiuto ai compagni in difesa. Abbassa molto il raggio d’azione e si sacrifica da vero guerriero. Dal 69′ Penner 7 – Spacca la partita. Prima propizia il gol di Petrelli, poi entra anche lui nel tabellino dei marcatori con il poker finale.

Portanova 7 – È lui a costruire la maggior parte dei pericoli di marca juventina. Inserimenti velenosi e un grande fiuto della posizione. Sigla il raddoppio da vero rapace d’area di rigore.

Olivieri 6 – Corre, si batte come un vero leone nel reparto avanzato. Fa a sportellate e difende bene con il corpo il pallone per far salire la squadra. Dal 69′ Petrelli 7 – L’uomo in più in area di rigore. Un gol che dà fiducia e autostima per dare l’assalto al sogno playoff.

Frederiksen 7.5 – Il secondo gol consecutivo è un’autentica meraviglia. Sinistro da posizione siderale che toglie le ragnatele dall’angolino e vale l’1-0 bianconero. Nella ripresa confeziona l’assist da calcio d’angolo per il raddoppio di Portanova. Dall’85’ Rosa sv.

Markovic 6 – Qualche spunto in velocità a sinistra. L’azione bianconera, però, non sempre lo coinvolge ed è costretto ad abbassarsi molto per ricevere il pallone. Dal 56′ Monzialo 6 – Cambia marcia a sinistra, cercando spesso l’uno contro uno con il diretto avversario.